La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 30 gennaio 2023

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I medicinali si ritirano in farmacia con il codice fiscale

Nuovo servizio regionale verso la territorializzazione della sanità: le ricette vengono caricate sul Fascicolo sanitario elettronico a cui, previa autorizzazione, il farmacista può accedere direttamente

La Guida - I medicinali si ritirano in farmacia con il codice fiscale

Cuneo – A partire da oggi, mercoledì 25 gennaio, i cittadini piemontesi possono ritirare i medicinali prescritti dal medico in farmacia, attraverso l’accesso al Fascicolo sanitario elettronico, presentando solo la tessera sanitaria e senza dover consegnare la ricetta.

Si tratta di un ulteriore passo della Regione Piemonte verso la territorializzazione della sanità: dopo l’introduzione delle ricette dematerializzate che possono essere inviate dal medico per e-mail e presentate in farmacia direttamente su smartphone, si aggiunge un nuovo servizio destinato in particolare alle persone anziane o che hanno poca dimistichezza con i dispositivi tecnologici. Da oggi infatti le ricette dei medicinali prescritti dal medico di base vengono caricate sul Fascicolo sanitario elettronico a cui, previa autorizzazione dell’interessato e nel rispetto della privacy, il farmacista può accedere consegnando così i medicinali al paziente solo tramite esibizione del codice fiscale. Non è infatti più necessario stampare la ricetta né portarla con se, non è necessario essere in possesso di Spid e non è richiesto fare alcuna operazione digitale.

L’unica cosa richiesta all’interessato è l’autorizzazione ad accedere al Fascicolo, operazione che può essere fatta in farmacia, ma anche presso gli sportelli dell’Asl e tramite sito e app della Regione Piemonte. Una volta dato, il consenso può anche essere revocato.

Al 23 gennaio avevano già aderito 650 farmacie piemontesi ma prossimamente dovrebbero offrire questo servizio tutte le farmacie presenti sul territorio regionale.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente