La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 7 febbraio 2023

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Botte una sera in piazza Galimberti, in quattro a processo

L'episodio avvenne il 29 maggio 2021, coinvolti due fratelli sudamericani e due amici marocchini

La Guida - Botte una sera in piazza Galimberti, in quattro a processo

Cuneo – Doveva essere una questione davvero seria quella all’origine della rissa che si scatenò la sera del 29 maggio 2021 in piazza Galimberti fra due fratelli sudamericani e due amici marocchini, poiché neanche la presenza di due pattuglie di agenti era riuscita a calmare gli animi dei quattro contendenti, tutti indagati per rissa danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale. Dei tre imputati, tre hanno scelto riti alternativi mentre A. O. ha scelto il rito ordinario nel tentativo di dimostrare che non era stato lui a iniziare la rissa, ma che gettato a terra e malmenato pesantemente aveva solo cercato di difendersi. “Eravamo stati chiamati per una rissa da un’altra pattuglia che si trovava in piazza Galimberti e che era impegnata in un controllo di routine sulle auto – ha riferito in aula uno degli agenti della Questura – ma quando abbiamo cercato di frapporci per dividere i quattro siamo stati spinti, presi a calci e pugni, e anche se riuscivamo per un attimo ad allontanarli quelli subito dopo ricominciavano, abbiamo dovuto usare le manette di sicurezza per tenerli fermi e solo quando sono arrivate le altre pattuglie siamo riusciti a dividerli”. A testimoniare sulla dinamica della rissa anche due giovani che avevano assistito all’inizio delle schermaglie tra i quattro avvenute ai giardini Fresia e proseguite poi in piazza Galimberti dove, spintonandosi e prendendosi a calci a ridosso delle auto parcheggiate, avevano anche danneggiato l’auto di un signore che era fermo in attesa della figlia e che a seguito del risarcimento ha ritirato la querela: “Se le davano di santa ragione – ha riferito uno dei due testimoni – si picchiavano davvero forte e spintonandosi a ridosso di un’auto parcheggiata hanno rotto lo specchietto e hanno graffiato la carrozzeria”. L’udienza è stata rinviata all’8 giugno per ascoltare l’ultimo testimone e la sentenza.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente