La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 8 febbraio 2023

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Borgo e Breil più vicine, rinnovato il gemellaggio tra le due città

La delegazione transalpina ha viaggiato a bordo di un treno storico con vetture “centoporte”

La Guida - Borgo e Breil più vicine, rinnovato il gemellaggio tra le due città

Borgo San Dalmazzo – Una festa posticipata di due anni, a causa del Covid e della tempesta Alex, ma non per questo meno sentita e partecipata. Borgo San Dalmazzo e Breil-sur-Roya hanno celebrato questa mattina (sabato 3 dicembre) il ventennale del gemellaggio siglato nel 2000.

Alle 10.40, puntualissimo, è arrivato in stazione il treno storico “centoporte”, partito da Ventimiglia, su cui ha viaggiato la colorata e nutrita rappresentanza dei paesi della valle Roya. Sulla banchina, ad accogliere gli ospiti transalpini c’era la sindaca Roberta Robbione con l’amministrazione comunale e rappresentanze delle associazioni e istituzioni borgarine. Poi il corteo per le vie della città, sotto una fitta pioggia, transitando davanti al municipio e alla chiesa ex abbaziale di San Dalmazzo, fino all’auditorium di Palazzo Bertello dove si è svolta la cerimonia ufficiale.

“Siamo felici di ospitarvi per festeggiare l’unione tra le due comunità, anche se con due anni di ritardo – ha detto la sindaca Robbione -. In questi 22 anni il mondo è stato stravolto, gli stili di vita non sono più gli stessi, ma resta vivo il desiderio e la volontà di unirci in un unico territorio, sentendoci fratelli e sorelle. Non ci sono frontiere che possano fermare i popoli, con la loro volontà di essere uniti e costruire un futuro comune per un rinnovato sviluppo economico e turistico. Le barriere devono diventare ponti per costruire un’identità comune. L’auspicio è che l’amicizia e la volontà di lavorare per il bene comune ci accompagnino sempre”.

Le ha fatto eco il primo cittadino di Breil, Sebastien Olharan. “Il gemellaggio non è solo una firma, è un’occasione per conoscersi e favorire gli scambi a tutti i livelli. Sono i cittadini che devono costruire e portare avanti il gemellaggio, rafforzando i legami storici, fisici ed anche emotivi che ci uniscono”.

Sullo sfondo le annose questioni legate alle infrastrutture delle due valli, con l’auspicio comune di una rapida riapertura del tunnel di Tenda e del potenziamento del collegamento ferroviario. Un messaggio rilanciato anche dal Comitato per la tutela della Cuneo-Ventimiglia presente alla giornata con numerosi esponenti che hanno esposto lo storico striscione.

Dopo il saluto della consigliera regionale Laurence Boetti Forestier, Cristiana Taricco ha illustrato i progetti in programma per il prossimo quinquennio nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera Alcotra, che riguarderà in particolare il recupero e la valorizzazione delle stazioni ferroviarie poste lungo la linea Cuneo-Ventimiglia.

Le radici secolari dei legami tra i due versanti delle Alpi sono stati messi in luce da un interessante excursus dello storico Walter Cesana, mentre Marco Borgogno e Joseph Ghirardi, nel 2000 rispettivamente sindaco di Borgo e vice sindaco di Breil, hanno ripercorso le tappe del cammino di avvicinamento sfociato poi nel gemellaggio, grazie anche al contributo di personaggi già scomparsi come il senatore Josè Balarello e il sindaco Gilbert Mary.

Gli assessori Michela Galvagno e Thierry Guido hanno lanciato alcune suggestioni per il rilancio e il rafforzamento del gemellaggio, a partire dal coinvolgimento delle scuole e delle associazioni culturali. A chiudere la parte ufficiale lo scambio dei doni, in un’atmosfera di grande cordialità e simpatia. Nel pomeriggio, dopo il pranzo ufficiale ai tavoli della Bertello, la delegazione francese ha visitato Memo4345, il percorso dedicato alla Shoah allestito nell’ex chiesa di Sant’Anna, e il Museo dell’Abbazia di Pedona.

Robbione, Borgogno e Ghirardi

Sébastien Olharan e Roberta Robbione

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente