La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 7 febbraio 2023

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La Cig conferma il cronoprogramma del Tenda

All'incontro a Nizza era presente l'assessore Gabusi che riferisce che è stato mantenuto l'obiettivo dell'apertura del tunnel alla viabilità a ottobre 2023

La Guida - La Cig conferma il cronoprogramma del Tenda

Nizza – Sul cantiere del Tenda dalla Conferenza intergovernativa italo-francese riunita oggi (venerdì 2 dicembre), al Palazzo Sardo di Nizza, arrivano notizie rassicuranti.

Al centro dell’incontro internazionale l’aggiornamento dello stato dei lavori e la revisione del costo delle varianti di progetto necessarie per rimediare ai danni della Tempesta Alex nell’ottobre 2020.

A dare le prime notizie sull’esito della Cig è l’assessore Marco Gabusi che ha partecipato all’incontro nella cittadina della Costa Azzurra. “I lavori proseguono secondo il cronoprogramma, sul tunnel rimangono ancora 620 metri da scavare e considerando che in media si scavano 3,5 metri al giorno, entro fine marzo inizio aprile lo scavo sarà terminato. Mancheranno, a quel punto, impianti e raccordi che saranno realizzati entro ottobre”.

I tempi annunciati comprendono anche la realizzazione del ponte sul rio della Cà. “Se le condizioni meteo o altri eventi imprevedibili dovessero rallentare il cantiere – riferisce l’assessore – si sta prevedendo un piano “B” che consenta di utilizzare sostanzialmente la viabilità di cantiere e quindi di mantenere ottobre 2023 come data di apertura dell’itinerario stradale”.

Non sono emerse particolari difficoltà alla necessità di adeguare il costo dei lavori in variante in Francia con un aumento pari a circa 10 milioni, frutto di una lunga contrattazione tra Anas ed Edilmaco.  L’importo totale delle opere aggiuntive da eseguire in seguito all’alluvione ammonta a 86 milioni. Oltre a questi ci sono 102,5 i milioni del contratto che l’impresa torinese ha sottoscritto nel 2019 con Anas per la prosecuzione del cantiere avviato dalla Grandi Lavori Fincosit. 

Conclude Gabusi:“ La Regione Piemonte ha sempre spronato Anas per mantenere alta l’attenzione su un collegamento vitale per le valli Vermenagna e Roya. Nonostante le difficoltà che attraversano tutti i cantieri, ad ottobre 2023 riprenderà la circolazione e si tornerà ad una semi normalità nella zona”.

L’ Assessore Gabusi ha inoltre concordato con l’Ing. Prisco, Commissario per i lavori del Colle di Tenda, un incontro in Prefettura a Cuneo nei prossimi giorni per illustrare ai sindaci della valle gli ultimi sviluppi del cantiere.

 

Fonte ANAS: lo stato dei lavori al 29/11/2022

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente