La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 27 gennaio 2023

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Borgo, deroga al divieto di abbruciamento

In vigore dal 1° al 15 novembre nella parte montana del territorio comunale

La Guida - Borgo, deroga al divieto di abbruciamento

Borgo San Dalmazzo – La sindaca Roberta Robbione ha emesso un’ordinanza di deroga al divieto di abbruciamento di materiale vegetale nella parte del territorio comunale ricadente in zona montana.

 Dal 1° novembre al 15 novembre è quindi permessa la combustione, sul luogo di produzione, di soli residui colturali, raccolti in piccoli cumuli e in quantità giornaliere non superiori a tre metri steri per ettaro.

 E’ consentita la sola combustione di soli residui colturali nella parte del territorio comunale ricadente in zona montana. La combustione deve essere effettuata sul luogo di produzione. Durante tutte le fasi dell’attività e fino all’avvenuto spegnimento del fuoco deve essere assicurata costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo o di persona di sua fiducia ed è vietato abbandonare la zona fino alla completa estinzione di focolai e braci.

La combustione deve essere effettuata in cumuli di dimensione limitata e comunque non superiore a 3 metri steri al giorno per ettaro, avendo cura di isolare la zona di combustione tramite una fascia circostante libera da residui vegetali e di limitare l’altezza ed il fronte dell’abbruciamento, non deve essere effettuata a contatto con i fusti delle piante arboree.

Il provvedimento è stato assunto d’intesa con i comuni facenti parte dell’Unione Montana Valle Stura, della quale il Comune di Borgo San Dalmazzo è tornato recentemente a far parte.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente