La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 8 febbraio 2023

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sedici spettacoli per la nuova stagione del Toselli

Da novembre ad aprile teatro e danza tra contaminazione e sperimentazione. Dal 19 ottobre la prevendita degli abbonamenti

La Guida - Sedici spettacoli per la nuova stagione del Toselli

Cuneo – Sarà la sperimentazione il fil rouge della nuova stagione del Teatro Toselli organizzata dal Comune di Cuneo in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo che prenderà il via a novembre e proporrà, fino ad aprile, sedici spettacoli in cui la prosa sarà protagonista spaziando nei diversi generi della contemporaneità, con incursioni di musica e danza contemporanea per cercare di andare oltre le convenzioni e le solite forme drammaturgiche e strutturali del teatro. Una proposta multidisciplinare, che abbraccerà i diversi linguaggi dello spettacolo dal vivo, presentandosi come una stagione a carattere internazionale. 

La stagione prenderà il via sabato 5 novembre con “Edificio 3 Storia di un intento assurdo”, commedia scritta e diretta da Claudio Tolcachir in cui cinque personaggi condividono lo spazio ristretto di un ufficio: le loro vicende personali si intrecciano, tra momenti di commozione, effetti grotteschi e comicità.

Il 24 novembre l’adattamento di “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare nella produzione di Progetto Urt con la regia di Jurij Ferrini.

Martedì 29 novembre spazio alla musica con “Il classico Morgan in quartetto”: Morgan voce e pianoforte, Valentino Corvino al violino, Marco Carnesella alle percussioni e Alice Scacchetti al fagotto proporranno musiche di musiche Bach, Vivaldi, Beethoven, Schubert, Gaber e De André. 

Il 6 dicembre spazio al teatro canzone con “Cyrano De Bergerac” di Edmond Rostand per l’adattamento e la regia di Arturo Cirillo.

Il 15 dicembre andrà in scena “Dall’altra parte | 2+2=?” con Emanuele D’Errico, Dario Rea e Francesco Roccasecca nei panni di tre gemelli eterozigoti che si incontrano nell’utero materno.

Mercoledì 11 gennaio sarà il turno de “La gloria” di Fabrizio Sinisi che racconta una parte della vita di Adolf Hitler quasi sconosciuta e il suo sogno, poi svanito per mancanza di talento, di diventare un grande pittore. 

Mercoledì 25 gennaio “Smarrimento”, scritto e diretto dalla pluripremiata drammaturga e scrittrice Lucia Calamaro per e con l’attrice di teatro, cinema e televisione Lucia Mascino che veste i panni di una scrittrice in crisi, alle prese con i suoi personaggi e i tanti incipit a cui non riesce a dar seguito.

Domenica 5 febbraio danza, acrobazia e comicità si mescoleranno in “Un Poyo Rojo”: nello spogliatoio di una palestra due uomini si affrontano, si scrutano, si squadrano, si provocano, si seducono.

Venerdì 24 febbraio andrà in scena la riscrittura modernissima di Ugo Chiti della commedia di Aristofane “Lisistrata”, rappresentata per la prima volta ad Atene nel 411 a.C., con Amanda Sandrelli.

Attraverso una rosa di racconti tratti dalle “Brevi interviste con uomini schifosi” di David Foster Wallace, lunedì 6 marzo Daniel Veronese porterà a Cuneo uno spettacolo che racconta di uomini incapaci di avere relazioni armoniche con le donne, e invita a osservarli da vicino.

Il 19 marzo il coreografo e ballerino Olivier Dubois presenterà “My body of coming forth by day”: solo sul palco, è vittima consenziente di un gioco che ricorda a turno un’udienza in tribunale, un peep show e una vivisezione.

Martedì 28 marzo sarà proposto lo spettacolo “Fine pena ora”, che racconta la reale corrispondenza durata trent’anni tra un ergastolano e il giudice Elvio Fassone per la regia di Simone Schinocca.

Il 7 aprile “Boston Marriage” del Premio Pulitzer David Mamet il cui titolo riprende un’espressione usata tra il XIX e il XX secolo per alludere a una convivenza tra donne economicamente indipendenti, che sul palco abbandonano ben presto il vocabolario da salotto.

Mercoledì 12 aprile con “L’ultima estate. Falcone e Borsellino 30 anni dopo” di Claudio Fava si ripercorreranno gli ultimi mesi di vita dei due magistrati palermitani.

Martedì 18 aprile andrà in scena la versione italiana del testo dello scrittore britannico Duncan Macmillan “Every brilliant thing” (Le cose per cui vale la pena vivere): Fabrizio Arcuri co-dirige Filippo Nigro in uno spettacolo che tocca un tema delicato come la depressione.

Chiuderà la rassegna il 27 aprile “Una cosa enorme” di Fabiana Iacozzilli, uno spettacolo sul desiderio di essere madre e il suo contrario, con Marta Meneghetti e Roberto Montosi.

Tutti gli spettacoli inizieranno alle 21.

La prevendita degli abbonamenti fedeltà per tutti e sedici gli spettacoli (da 290 a 110 euro) sarà possibile in teatro mercoledì 19 ottobre, dalle 9 alle 14 e dalle 17 alle 20, e online su comune.cuneo.it/cultura/teatro dalle 21 di mercoledì 19 ottobre alle 14  di giovedì 20 ottobre. La prevendita degli abbonamenti fedeltà per sei gli spettacoli (da 150 a 54 euro) sarà invece possibile in teatro giovedì 20 ottobre dalle 15 alle 20  e online sul sito comune.cuneo.it/cultura/teatro dalle 21 di giovedì 20 ottobre alle 14 di venerdì 21 ottobre. Al fine di garantire pari opportunità di accesso all’acquisto degli abbonamenti il teatro viene suddiviso a metà. In biglietteria verrà venduta la sezione sinistra, online verrà venduta la sezione destra e i posti rimasti invenduti.

Il carnet giovani under 25 (che comprende Il classico Morgan in quartetto, Dall’altra parte, Un Poyo Rojo, Every Brilliant Thing), da 70 a 25 euro, sarà acquistabile in teatro giovedì 20 ottobre  dalle 15 alle 20 e dalle 16 alle 20 nei giorni 5, 24 e 29 novembre. 

I biglietti per i singoli spettacoli, a prezzo intero o ridotto (abbonati alle stagioni a cura di Piemonte dal Vivo, iscritti Fai, possessori abbonamento Musei Piemonte e Valle d’Aosta), saranno dispobili in teatro il 21 ottobre dalle 15 alle 20, sul sito comune.cuneo.it/cultura/teatro dalle 15 di venerdì 21 ottobre sino a fine stagione oppure alla biglietteria del teatro dalle 16 del giorno dello spettacolo sino a fine anno e a seguire dalle 18.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente