La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 7 dicembre 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Omaggio a Romano Reviglio tra “Architetture e sacralità”

Una quarantina di opere del pittore cheraschese alla galleria Arte+ di Cuneo dal 30 settembre al 16 ottobre

La Guida - Omaggio a Romano Reviglio tra “Architetture e sacralità”

Cuneo – Una quarantina di opere pittoriche realizzate a cavallo tra gli anni ‘50/’60 dall’artista cheraschese Romano Reviglio saranno in mostra presso la galleria Arte+ in via Chiusa Pesio 8 a Cuneo dal 30 settembre al 16 ottobre (inaugurazione venerdì alle 18). 

L’esposizione “Architetture e sacralità”, parte della rassegna provinciale grandArte Help – Humanity, ecology, liberty, politics, vuole presentare due temi cari all’artista: le achitetture urbane (chiese, palazzi, strade cittadine) che hanno reso celebre e riconoscibile l’arte di Reviglio e i soggetti sacri che esprimono l’interiorità dell’animo del pittore.

La pittura di Reviglio è una pittura di getto, decisa e “graffiata” senza ripensamenti. I colori utilizzati sono forti e rappresentano una realtà vista con gli occhi dell’animo.

Innumerevoli sono le mostre realizzate da Reviglio (1928-2008) sul territorio nazionale; l’esordio artistico risale al 1954. Dal 1960 è protagonista di una lunga serie di mostre personali e collettive sia in Piemonte che in altre regioni italiane. Se le sue opere degli anni Cinquanta sono ancora sotto l’influsso espressionistico di Spazzapan, l’autore che più studia negli anni della formazione torinese, ben presto Reviglio inventa qualcosa di nuovo. Ogni suo soggetto che sia la figura o il paesaggio di Langa, le architetture, spesso cheraschesi e barocche, o le barche e i galeoni, le crocefissioni o più tardi le farfalle e i giardini, diventa spunto inventivo, materia dell’immaginare, inizio di un viaggio in cui il percorso non si sa mai bene dove conduce. La grafia è minuta e capricciosa, legata spesso a un colore ricco di materia ed accensioni. È alla forma interna del barocco che guarda Reviglio, alla sua estrosità governata dalla tecnica, alla sua vitalità tradotta in preziosismi, a sinergie tra architetture barocche e tratti graffianti, forme organiche e sinuosità scultoree. Ma elabora una contemporanea poetica della meraviglia fondandola sul sentimento stupito della natura. Il pittore usa i suoi paesaggi, o le sue figure, oppure le architetture come un luogo fantastico in cui entrare, con scene della memoria o del sogno, in una proposta di temporalità culturale assolutamente differente da quella maturata nella storia. Usa richiami della grande pittura europea: il gusto della luce nella vibrazione dell’ora, la costruzione-distruzione della struttura, la divisione dello spazio, la sequenza di linee spezzate. La sua unica ispirazione è una natura che pulsa e vive, scandita dal tempo che ne detta e regola le forme in una festa del colore. 

L’esposizione sarà aperta dal venerdì alla domenica, dalle 15.30 alle 19.30. Ingresso libero. 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente