La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 27 settembre 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Quasi 2.000 spettatori e 3.200 chilometri percorsi, i numeri del Cuneo Bike Festival

La seconda edizione della manifestazione si è svolta dal 16 al 21 settembre. Martedì 27 settembre ancora un appuntamento con "I martedì in Mtb"

La Guida - Quasi 2.000 spettatori e 3.200 chilometri percorsi, i numeri del Cuneo Bike Festival

Cuneo – Quasi 2.000 spettatori agli incontri organizzati, 3.200 chilometri percorsi in bicicletta nel corso delle iniziative proposte. Sono i numeri della seconda edizione del Cuneo Bike Festival che ha coinvolto il territorio cuneese da venerdì 16 a mercoledì 21 settembre e si concluderà martedì 27 settembre con l’ultimo appuntamento con “I martedì in Mtb”.

Durante il festival quindici incontri hanno intrattenuto quasi 2.000 tra spettatori e studenti con interventi di ospiti come lo scrittore Matt Rendell e Marco Scarponi. Sei i laboratori destinati ai ragazzi per far conoscere loro la bicicletta sotto diversi punti di vista, dalla teoria alla pratica con le attività al parco fluviale Gesso e Stura e la pump track in piazza ex Foro Boario, su cui hanno girato in oltre 450. Quattro le pedalate di gruppo a cui hanno partecipato moltissimi giovani e famiglie, come quella con “My family bike” che ha coinvolto cinquanta partecipanti o il giro di 50 km alla scoperta delle frazioni di “Cuneo e dintorni”. Tre gli incontri di formazione: uno per i giornalisti su come comunicare la mobilità, uno in Confindustria Cuneo dedicato alle aziende per porre l’attenzione sulla mobilità dei dipendenti nel tratto casa/lavoro e uno per le scuole per parlare di giovani e sostenibilità. Tre i docufilm a tema “due ruote e territorio” e altrettante le esibizioni: quelle tra musica e parole per la presentazione del libro su Major Taylor e quelle con le acrobazie delle BMX con protagonista Alessandro Barbero e il suo team. Sono stati circa 150 i lavoratori che hanno fatto colazione in sella alla bici prima di andare a lavorare grazie al “bike to work” e 635 i ragazzi che hanno partecipato al “bike to school”, dalle scuole primarie alle secondarie di secondo grado.

“L’obiettivo di questo festival è stato quello di raccontare il messaggio trasversale della bicicletta – racconta Luca Pellegrino, assessore alla Mobilità e Piste Ciclabili del Comune di Cuneo -. La grande partecipazione della città al festival, in particolare delle molte famiglie con bambini e dei giovani, categorie forse più vicine al tema della mobilità attiva, ci riempie d’orgoglio e dimostra che il messaggio è stato ricevuto e che ancora una volta la bicicletta ha creato infinite connessioni”.

Il Cuneo Bike Festival, ideato, progettato e promosso dall’ufficio Biciclette del Comune di Cuneo in collaborazione con Parco Fluviale Gesso e Stura, è stato organizzato anche grazie al coinvolgimento del Servizio Civile Universale e Servizio Civico del Comune di Cuneo, con la collaborazione dell’Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle, Confindustria Cuneo, ATL del Cuneese, Conitours, Confagricoltura, CIA Agricoltori Italiani, Confartigianato, Confesercenti, Fondazione Michele Scarponi, Fondazione Nuto Revelli, Consulta Provinciale degli Studenti, Friday For Future – Cuneo, Legambiente, FIAB Bicingiro Cuneo e Paesaggi Garden Vivai. Il Cuneo Bike Festival è cofinanziato nell’ambito del Programma Interreg Alcotra Italia – Francia 2014-2020, PITER ALPIMED Progetti PATRIM e MOBIL.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente