La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 5 dicembre 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Strade, lieve calo dei flussi di traffico sulle provinciali

La più trafficata si conferma la provinciale 422 nella zona di Confreria, al quarto posto la provinciale 20 cavalcavia ferroviario di Madonna dell’Olmo

La Guida - Strade, lieve calo dei flussi di traffico sulle provinciali

Cuneo – La Provincia ha diffuso i dati relativi al censimento dei flussi stradali sulle provinciali per giugno e luglio. Leggero calo rispetto a maggio, ad eccezione delle strade provinciali sp 564 Sant’Anna Avagnina, sp 21 Nuova Bovesana e sp 12 Cherasco frazione Moglia. Poche variazioni anche per quanto riguarda la percentuale di transito dei mezzi pesanti, camioncini e furgoni che si attesta su una media del 17%. I dati sono elaborati dal Settore Viabilità della Provincia di Cuneo che effettua rilevamenti a campione per conoscere anche le condizioni di viabilità, così da intervenire in modo puntuale sulla gestione dei circa 3.300 km di strade provinciali cuneesi.
La strada più trafficata rimane la sp 422 Confreria che a maggio ha registrato il passaggio giornaliero di 22.386 veicoli, a giugno 21.530 e a luglio 20.559 con una percentuale di mezzi pesanti del 13% nei periodi presi in esame. Secondo posto in classifica per la provinciale 929 Alba-Mussotto: dai 20.591 passaggi giornalieri di maggio si è scesi ai 19.724 di giugno e ai 18.925 di luglio (12% di mezzi pesanti). Terzo posto strada provinciale 7 di Roddi dove il transito è stato rispettivamente di 12.893 a giugno e 12.501 a luglio con una media del 18% di mezzi pesanti a giugno e 17% luglio. Di seguito la strada provinciale 20 cavalcavia ferroviario di Madonna dell’Olmo con 13.015 passaggi giornalieri a maggio, calati a 12.377 a giugno e a 11.761 a luglio (media percentuale mezzi pesanti 14%). Inoltre, la provinciale 662 Marene ha registrato 12.003 transiti a maggio, 11.731 a giugno e 11.363 a luglio con la più alta percentuale provinciale di mezzi pesanti, camioncini e furgoni pari al 26%.
In controtendenza i casi della provinciale 564 Sant’Anna Avagnina (dai 9.631 transiti giornalieri di maggio ai 9.892 di giugno e ai 9.803 di luglio), sp 21 Nuova Bovesana (9.974 a giugno e 10.100 a luglio) e sp 12 Cherasco frazione Moglia (6.011 transiti a maggio, 6.342 a giugno e 6.124 a luglio).
Per quanto riguarda le altre strade prese in esame i dati di giugno e luglio segnalano: sp 429 Ricca d’Alba 10.785 a giugno e 10.134 a luglio (mezzi pesanti 10%); sp 629 Boves Mellana rispettivamente 8.136 e 8.230 passaggi; provinciale 661 Sommariva Bosco 6.055 e 5.710. Lungo la strada statale 20 Cavallermaggiore si segnalano 6.711 passaggi a maggio e 6.580 a giugno, assenti i dati di luglio data la sostituzione della postazione di rilevamento.
Il sistema di rilevazione della Provincia raccoglie i dati segnalati da 54 postazioni fisse, situate lungo la principale viabilità provinciale. Le postazioni sono 38 con spire magnetiche inserite nella pavimentazione stradale e 16 dotate di sensori a microonde installate su portali. Queste ultime sono installate su portali Toc e sono attive 24 ore al giorno. Il sistema consente di rilevare e trasmettere senza interruzioni e in tempo reale, attraverso un’interfaccia web, i dati del traffico giornaliero e delle condizioni di viabilità. Le postazioni della Provincia rilevano anche, a fini statistici, parametri di transito quali: data e ora, corsia, progressivo veicolare e classificazione, velocità.
(nella foto, una postazione di rilevamento)

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente