La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 5 dicembre 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La bovesana Federica Pellegrino cerca la vetta del “Lenin Pik”

Spedizione in Kirghizistan per conquistare i 7134 della montagna

La Guida - La bovesana Federica Pellegrino cerca la vetta del “Lenin Pik”

Boves – “Le montagne, come lo sport, il lavoro e l’arte, dovrebbero servire solo come mezzo per far crescere l’uomo che è in noi”.

Questa frase di Walter Bonatti è utile per sintetizzare il pensiero che sembra animare la bovesana Federica Pellegrino. La Pellegrino, classe 1979, è l’unica donna all’interno della spedizione (composta da 5 persone e due guide) che oggi, sabato 23 luglio, parte per il Kirghizistan con l’obiettivo di raggiungere la vetta del Lenin Pik. La montagna (7134 metri) è collocata al confine tra la regione di Os e il Tagikistan. La frase di Bonatti abbraccia a 360 gradi la vita di Federica che, in qualità di maestra a Borgo San Dalmazzo, si impegna quotidianamente nel fare in modo che i bambini e le bambine di oggi, possano essere uomini e donne realizzati nel domani.

“E’ una idea nata quasi per caso alcuni anni fa con il mio compagno di cordata Davide dialogando con altri escursionisti in un rifugio sui Pirenei. Nel ricordo di Davide ho scelto di portare avanti questo progetto con l’obiettivo di realizzare questo sogno che condividevamo”. Un progetto che si articola sulla permanenza di una ventina di giorni in loco con un intenso programma volto all’acclimatamento e alla graduale conquista della quota ma che ha richiesto una lunga e intensa preparazione.

“Si tratta di una spedizione semi autonoma. La certezza è che faremo ritorno in Italia il 12 agosto. Tutto il resto è legato alle condizioni atmosferiche che “detteranno” i tempi di ascesa dal campo base, collocato a 3600 metri. Gli accampamenti successivi saranno a quota 4300, 5300 e 6100 metri. L’avvicinamento sarà graduale con ritorno di volta in volta al campo precedente. L’attacco alla cima lo faremo raggiunto il campo 3 da cui mancheranno 6-8 ore e 1000 metri di dislivello per la vetta”.


Il via alla spedizione è il momento conclusivo di una preparazione che affonda le radici nel passato. “Ho iniziato ad andare in montagna da ragazza anche se le camminate le ho fatte sin da bambina quando accompagnavo mio nonno nel bosco. Ho alzato l’asticella negli ultimi anni con l’obiettivo di “collezionare” le cime. La scelta del Lenin Pik è quasi una prosecuzione naturale del mio percorso. Con molta umiltà mi avvicino a questo obiettivo che vivo veramente come un sogno ad occhi aperti”.

Quell’umiltà, amore per la montagna e per la fatica, che Federica Pellegrino ha imparato in primis dalla famiglia e poi leggendo le imprese di Walter Bonatti, Hermann Buhl, Edurne Pasabàn e Jerzy Kukucska. Perché, come confessava lo stesso Bonatti, “chissà quanti, leggendo un libro di avventura, avranno provato quel tale trasporto che induce a immedesimarsi nel protagonista della vicenda, fino a ritrovarne, quasi a riviverne, le sensazioni descritte dall’autore”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente