La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 7 dicembre 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cannabis legale, i Radicali replicano alla Lega: “Follia è mantenere un sistema proibizionista”

Blengino risponde alle parole dei parlamentari leghisti Bergesio e Gastaldi

La Guida - Cannabis legale, i Radicali replicano alla Lega: “Follia è mantenere un sistema proibizionista”

Cuneo – La prossima settimana in Parlamento si voterà per una delle leggi più discusse degli ultimi mesi: quella sulla legalizzazione della cannabis.

A commentare il disegno di legge, nelle ultime ore, erano stati i parlamentari leghisti Bergesio (senatore) e Gastaldi (deputato): “Siamo alla follia. Nel bel mezzo di una crisi mondiale, di una guerra di cui non si scorge la fine, di una crisi idrica senza precedenti e di una pandemia che continua a condizionare le nostre vite qual è la priorità per Pd, 5Stelle e sinistra del “campo largo”? La droga libera”.

In risposta, il segretario dei Radicali di Cuneo, Filippo Blengino: “Già paragonare la cannabis con le droghe è sintomo di scarsa conoscenza dell’argomento, considerando che la scienza da sempre dice che non è una droga e fa molti meno danni di alcol e tabacchi. E questo è un dato di fatto!”.

“La proposta Magi-Licatini – continua Blengino – serve anzitutto per evitare che i 6 milioni di consumatori si rivolgano alla criminalità organizzata, i cui affari vanno a gonfie vele anche grazie alla vendita di questa come di altre sostanze proibite. Legalizzare significa portare alla luce del sole un fenomeno, vuol dire garantire che il prodotto sia sicuro, significa smettere di rovinare vite e riempire le carceri. Il no puramente ideologico di certa destra, che non sa più cosa inventarsi pur di uscire dal Governo per meri interessi elettorali, non ha alcuna base scientifica. I dati dei Paesi che hanno legalizzato dimostrano essere questa la strada migliore per controllare un fenomeno che nemmeno gli Stati Uniti, storicamente proibizionisti, sono riusciti a fermare o anche soltanto a ridurre”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente