La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 9 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Gli incendi in Navarra obbligano la guardia civile a chiudere parte del cammino francese verso Santiago de Compostela

Tredici centri abitati navarresi sono stati evacuati; nessuna vittima tra gli abitanti o i pellegrini

La Guida - Gli incendi in Navarra obbligano la guardia civile a chiudere parte del cammino francese verso Santiago de Compostela

Lo scorso 15 giugno, una parte del cosiddetto “cammino francese”, che da Saint-Jean-Pied-de-Port conduce a Santiago de Compostela, è stato chiuso al pubblico a causa degli incendi boschivi in Navarra. Il tratto interessato comprendeva sei delle tappe navarresi, da Roncisvalle a Logrono. Qualsiasi persona che, nonostante il divieto, avesse deciso di percorrere i sentieri chiusi, sarebbe stata sanzionata dalla polizia spagnola.

Il cammino doveva essere riaperto il 20 giugno, tuttavia il persistere degli incendi ha reso necessario postporre l’apertura fino a data da destinarsi. Il cammino è stato finalmente dichiarato agibile dalla protezione civile in data 22 giugno, grazie alle precipitazioni notturne che hanno spento gli incendi.

I pellegrini, appena arrivati a Saint-Jean-Pied-de-Port, per molti il punto di partenza per il viaggio verso Santiago, venivano immediatamente informati della situazione all’ufficio del pellegrino. Per poter continuare il viaggio e non dover restare bloccati in ostello, i pellegrini avevano la possibilità di usufruire dei bus organizzati per l’occasione che da Roncisvalle li avrebbero portati a Pamplona. Dalla capitale della Navarra, in seguito, avrebbero potuto prendere un ulteriore bus per arrivare fino a Logrono, dove il cammino non era stato chiuso.

Gli incendi boschivi in Navarra non hanno solamente influenzato il viaggio dei pellegrini verso Santiago de Compostela. Infatti tredici centri abitati della regione sono stati evacuati, e più di mille persone hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni. Fortunatamente, gli incendi non hanno causato nessuna vittima né tra i pellegrini né tra gli abitanti della regione spagnola.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente