La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 27 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Ricordi di mesi in cui il gioco diventa realtà e la Resistenza si trasforma in impegno per tutti

La guerra per gioco diventa guerra vera per un trio di ragazzini di Montecalvo

La Guida - Ricordi di mesi in cui il gioco diventa realtà e la Resistenza si trasforma in impegno per tutti

La guerra per gioco diventa guerra vera per un trio di ragazzini di Montecalvo che nel 1944 vivono la loro adolescenza tra lavori nei campi e avventure.
Enrico Racca, centallese di origine ma milanese per lavoro, costruisce una vicenda a dimensione di ragazzo narrando la scoperta della Resistenza da parte di Alessandra, Michele e Adrien.
La prima parte è un gustoso ritratto di vita di paese ad altezza di adolescente. Giochi di quattro bande rivali che si spartiscono il territorio. Sempre in competizione, la giornata si traduce spesso anche in veri e propri scontri.
Il clima appare lontano anni luce dal nostro. Non c’è problema a risolvere le questioni con fionde e risse, ma sempre nel rispetto delle regole di un’amicizia che comunque sopravvive.
La fontana vicino al monumento al centro del paese, pur essendo territorio della Banda della Piazza, era considerata terra di nessuno “una specie di simbolo della pace raggiunta, e anche il luogo dei rari incontri dei capibanda”. E i patti sono patti, cosicché quando Alessandra si permette con la sua banda di mettere i piedi a bagno in un giorno di caldo soffocante, si riaccendono le ostilità. Uno di quei danni che gli adulti belligeranti chiamano collaterali dà il via alla seconda parte che vede catapultati tra capibanda sulle montagne di Pradleves a fianco di Nuto Revelli. Non è più un gioco e i tre ragazzi scoprono il mondo dei partigiani anche se non sono investiti direttamente delle questioni politiche. È azione di disturbo, ma essenziale per il proseguimento della lotta. Un po’ dei “nidi di ragno” di Calvino e un po’ di affresco di paese, qualche personaggio storico e ragazzi che per un attimo vivono la loro esperienza eroica. Piccola partecipazione, certo, ma quanto basta per dire che la Resistenza era una questione per tutti, ognuno a modo suo. Il tutto scritto con vivacità assecondando, anche con frettolose note a margine, la finzione di un ricordo adolescenziale.

 

L’estate dei ribelli
di Enrico Racca

Feltrinelli
14 euro

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente