La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 27 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il quartetto d’archi della Scala apre il Cuneo Classica Festival

Giovedì 23 giugno in San Francesco la formazione proporrà musiche di Beethoven e Debussy

La Guida - Il quartetto d’archi della Scala apre il Cuneo Classica Festival

Cuneo – Il Quartetto d’archi del Teatro alla Scala di Milano aprirà, venerdì 23 giugno, alle 21 presso il Complesso monumentale di San Francesco, l’edizione 2022 del Cuneo Classica Festival: Francesco Manara e Daniele Pascoletti ai violini, Simone Braconi alla viola e Massimo Polidori al violoncello proporranno musiche di Beethoven e Debussy. 

La prima formazione del Quartetto d’archi della Scala è storica e  risale al 1953, quando le prime  parti sentirono l’esigenza di sviluppare un importante discorso musicale cameristico seguendo l’esempio delle più grandi orchestre del mondo. Nel corso dei decenni il Quartetto è stato protagonista di importanti eventi musicali e registrazioni; dopo qualche anno di pausa, nel  2001, quattro  giovani musicisti, già vincitori di concorsi solistici internazionali e prime parti dell’Orchestra del Teatro, decidono di ridar vita a questa prestigiosa formazione, sviluppando le loro affinità musicali già  consolidate all’interno dell’Orchestra, elevandole  nella massima espressione cameristica quale è il quartetto d’ archi.

I biglietti per questo e altri appuntamenti della rassegna, organizzata da Promocuneo in collaborazione con Amici per la Musica di Cuneo, sono in vendita sul sito www.promocuneo.it.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente