La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 27 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Angelo Bodino lascia Idea Cuneo e critica Manassero ma anche la sua coalizione

"Ho perso me ne vado. Il voto è sovrano ma i cuneesi hanno paura. Rifondazione Comunista sfrutta il lavoro dei Beni Comuni"

La Guida - Angelo Bodino lascia Idea Cuneo e critica Manassero ma anche la sua coalizione

Cuneo – L’architetto Angelo Bodino, coordinatore della lista Idea Cuneo, una delle tre liste che ha appoggiato la candidatura a sindaco di Cuneo di Luciana Toselli, si è dimesso dall’incarico. Senza giri di parole spiega il motivo: “Quando uno perde deve dimettersi. Io ho perso come coordinatore perché non ho raggiunto un seggio arrivando al 3% e dunque non ho dato valore aggiunto. Lascio agli altri la gestione del futuro, perché ci siamo persi una grande occasione. Il voto è sovrano, complimenti alla Manassero, se la gente vuole la Manassero se la prenda”.
Idea Cuneo è stata la lista minoritaria con l’1,73% della coalizione della Toselli, insieme all’8,87 di Cuneo per i Beni Comuni e il 4,02% di Cuneo Mia.
Poi la stoccata: “La gente non ha coraggio perché andare contro il potere ci vuole coraggio. E la gente ha paura, dunque c’è un regime di paura e affaristico. C’è una speculazione edilizia senza precedenti: se la Manassero vuole distruggerci la città con l’ospedale a Confreria e un parcheggio in Piazza Europa, si accomodi, se i cuneesi l’hanno votata sono contenti così”.
Ma Bodino ne ha anche per i suoi alleati: “Ho appoggiato questa coalizione di sinistra solo per Luciana Toselli che è stata straordinaria, così come Ugo Sturlese con cui ho condiviso cinque anni di battaglie, ordini del giorno e interpellanze. Battaglie mai fatte da Rifondazione Comunista che è arrivata all’ultimo momento e che ha preso il massimo dei voti come Nello Fierro, esponente di Rifondazione con cui ho nulla da spartire. Rifondazione Comunista si maschera e sfrutta il lavoro altrui dei Beni Comuni, ma non è corretto si facciano un gruppo loro”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente