La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 26 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Progetto da 41 milioni di euro per migliorare la rete idrica della Granda

Presentato al Ministero delle Infrastrutture a Roma per partecipare alla distribuzione di 900 milioni del Pnrr

La Guida - Progetto da 41 milioni di euro per migliorare la rete idrica della Granda

Cuneo – Giovedì 12 maggio la Conferenza dell’Ato 4 Cuneese, ente di governo d’ambito che coordina e governa il ciclo idrico in tutta la Granda, ha approvato “Distribuzione 4.0: Innovazione, efficientamento e riduzione delle perdite della rete idrica cuneese”, un imponente progetto da oltre 41 milioni con l’obiettivo di rivoluzionare e rendere efficiente e “smart”, cioè intelligente, la rete degli acquedotti della provincia di Cuneo.

Il progetto è stato presentato al Ministero delle Infrastrutture a Roma per partecipare alla distribuzione di 900 milioni del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, finanziato dall’Unione europea per il post Covid. I cinque gestori di tutto il territorio cuneese (“Coges” con “Acda”, “Calso” e “Infernotto”, “AlpiAcque”, “Alse”, “Tecnoedil” e “Mondo Acqua”) si sono accordati per individuare i punti sensibili su cui è prioritario intervenire e per cofinanziare i lavori con il 10 per cento dell’importo, cioè 4 milioni 100 mila circa, per una richiesta al Governo che è di 37 mila 500 euro. Formeranno un “Rti – raggruppamento temporaneo di imprese”.

La progettazione è stata seguita da “Chintana”, società di consulenza torinese individuata dal gestore-capofila “Cogesi” che sarà il gestore individuato come soggetto attuatore di riferimento. Complessivamente, l’ambito di intervento è composto da circa 5218 km di rete, di cui 871 km di adduzione, 3342 km di distribuzione con diametri delle tubazioni che variano dai 32 ai 600 mm e circa 1000 km relativi ad allacciamenti idrici. L’area dei cantieri corrisponde alle reti di 67 Comuni, per una popolazione servita di circa 345 mila abitanti. I lavori si svilupperanno su 8 lotti ed è prevista la conclusione entro il 31 dicembre 2025. A giugno è stata annunciata la pubblicazione di un altro bando del Pnrr che riguarderà fognature e depurazioni e l’Ato 4 Cuneese parteciperà con una nuova proposta che impatterà le reti e le strutture provinciali con l’obiettivo di migliorare anche la qualità delle acque reflue scaricate nei nostri fiumi.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente