La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 26 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La storia e l’orgoglio dei Bersaglieri nel Medagliere Nazionale

Venerdì mattina l'alzabandiera al Monumento al Bersagliere e onore ai Caduti ai Giardini Fresia. In municipio esposti al pubblico gli emblemi del Corpo

La Guida - La storia e l’orgoglio dei Bersaglieri nel Medagliere Nazionale

Cuneo – Venerdì per Cuneo sarà un giorno di festa, la città ospiterà infatti contemporaneamente il Raduno dei Bersaglieri e l’arrivo della 13ª tappa del Giro d’Italia.

La mattinata prenderà il via alle 8.30 al Monumento al Bersagliere (parcheggio ex eliporto) con la cerimonia dell’alza bandiera.

Sarà un momento ufficiale importante, la cerimonia segue infatti un rigoroso protocollo. Saranno presenti i referenti del Comitato Organizzatore del 69° Raduno Nazionale Bersaglieri Cuneo 2022, le autorità civili e militari e, ovviamente, i bersaglieri radunisti o convenuti. Gli onori verranno resi dalla fanfara di Asti e dal reparto militare presente, l’11° Reggimento Bersaglieri, che assumerà, su ordine del proprio comandante, la posizione di “Presentat’ arm”. 

La Fanfara suonerà l’Inno Nazionale durante l’alza bandiera che verrà effettuato, materialmente, da due bersaglieri dell’Associazione. L’alza bandiera sarà effettuato presso il Monumento al Bersagliere che il Comitato Organizzatore ha donato alla città a ricordo del raduno e del fatto che i bersaglieri hanno mosso i primi passi nella città di Cuneo. 

La città, infatti, è legata storicamente ai Bersaglieri: il primo Reggimento fu costituito presso il capoluogo e il cheraschese Giuseppe Silvestro Vayra è stato il primo bersagliere italiano e primo militare a indossare l’uniforme concepita da La Marmora, tanto che in suo onore il cappello piumato dei bersaglieri viene chiamato in gergo ancora oggi Vaira. 

Alle 9, dopo l’alza bandiera, autorità e bersaglieri si sposteranno ai Giardini Fresia (Lungogesso Papa Giovanni XXIII) per porgere gli onori ai Caduti della Prima e della Seconda Guerra Mondiale presso il Monumento ai Caduti. 

Il monumento ha inciso i nomi di 250 caduti sul basamento, di 482 caduti sulle lastre con le date 10 giugno 1940 e 26 aprile 1945, mentre, sugli spazi laterali dei due cubi sono incisi i nomi di 35 deportati e internati, 39 civili e 90 partigiani. Sulla targa di bronzo ai piedi del monumento le scritte in rilievo: le madri – le vedove – gli orfani. il momento sarà sancito dalla fanfara di Asti che renderà il suo omaggio attraverso la musica.

Altro momento ufficiale è in programma per le 10 in Municipio dove saranno presentati il Medagliere Nazionale e della Bandiera di Guerra del 11° Reggimento Bersaglieri che saranno poi esposti al pubblico per l’intera mattinata presso il Palazzo comunale.

Il Medagliere Nazionale è il biglietto da visita dei fanti piumati e rappresenta la loro storia, il loro presente e l’orgoglio che tiene vivo il ricordo dell’abnegazione di oltre un milione di bersaglieri operanti in tempo di pace e di guerra (97.503 caduti, 206.702 mutilati e oltre 80.000 feriti). 

Questo importante emblema raccoglie tutte le medaglie ricevute alla persona dalla nascita del corpo dei bersaglieri. In particolare, le ricompense conferite sono: Ordini militari d’Italia 392; Medaglie d’Oro al V.M. 184; Medaglia d’Oro al V.E. 1; Medaglie d’Oro al V.C. 2; Medaglie d’Argento al V.M. 5623; Medaglie d’Argento al V.E. 2; Medaglie di Bronzo al V.M. 10.054; Medaglie di Bronzo al V.E. 2; Croci di guerra dl V.M. 3.000; Ordine SS. Maurizio e Lazzaro 1. 

Il più recente riconoscimento presente sul Medagliere è la Medaglia d’Oro al Valore Militare insignita al Maggiore Giuseppe La Rosa, caduto in Afghanistan l’8 giugno 2013 mentre prestava servizio nei ranghi del 3° reggimento bersaglieri della Brigata “Sassari”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente