La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 3 ottobre 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Cuneo, così non va. Reggio trionfa 3 a 1 e si porta sul 2 a 0

Dopo un buon primo set, i biancoblu tornano alla nervosità e impazienza di gara 1

La Guida - Cuneo, così non va. Reggio trionfa 3 a 1 e si porta sul 2 a 0

Rubiera (RE) – Un’altra sconfitta in finale play-off per la BAM San Bernardo Cuneo. In gara 2 al Pala Bursi di Rubiate, i biancoblu non riescono ad andare oltre il 3 a 1 contro la Conad Reggio Emilia.

LA PARTITA

Coach Serniotti si presenta con: Pedron in regia, Codarin e Sighinolfi centrali, Preti e Botto schiacciatori, Andrić opposto e Bisotto libero. Coach Mastrangelo replica con il solito sestetto: Garnica in regia, Zamagni e Sesto al centro, Held e Cominetti schiacciatori, Cantagalli opposto e Morgese libero.

Primo set a senso unico: Cuneo avanti 6 a 13 con pipe di Botto. Andrić non si risparmia e con una diagonale firma il punto dell’8 a 17. Garnica accorcia 15 a 21 e Serniotti preferisce fermare il gioco. Il servizio di Zamagni termina in rete (16 a 23). Botto a segno per il 17 a 24, poi va a servire. Held batte in rete e Cuneo si aggiudica il primo set: 18 a 25.

Nel secondo atto Reggio cambia registro: 3 a 1. Il capitano biancoblu sfodera un missile che vale la parità: 5 a 5. Andrić fatica sempre dal servizio e Reggio allunga 9 a 6. Dopo un monster block di Sesto, coach Serniotti chiama i suoi per un confronto (10 a 6). Sighinolfi accorcia per il 12 a 10. Botto spara una pipe su Cantagalli: 15 a 12. I biancoblu sembrano essere tornati quelli di gara 1: pasticcio in ricezione ed ace di Sesto: 20 a 15 e time out per Serniotti. Sighinolfi non ci sta e stende la palla del -4 (21 a 17). Zamagni mura Andrić e chiude il secondo set sul 25 a 17: 1 a 1.

Terzo parziale al via e subito Reggio avanti 2 a 1. Tallone schiaccia la palla del 5 a 6, poi ace di Andrić. Cuneo si spegne nuovamente, infastidito dagli attacchi reggiani: time out per Serniotti sul 10 a 8. Cantagalli con una mano sigla il 15 a 10 e costringe coach Serniotti a spendere il secondo break. Botto si innervosisce e viene sostituito da Vergnaghi. Preti, rientrato al posto di Tallone, prova a scuotere i suoi: 17 a 11. Un lungo scambio viene chiuso dall’attacco di Sighinolfi (19 a 12). Andrić ancora out dai nove metri e Reggio ancora sul +7: 21 a 14. Ace di Preti per il 21 a 16. Botto rientra ma non sembra aver cambiato ritmo: 24 a 16. Sesto, dal centro, pone fine al set: 25 a 17 e 2 a 1.

Alta intensità anche nel quarto set: muro di Codarin su Cantagalli e 3 a 1. Lo stesso centrale è autore di un ace per il 6 a 5. Andrić sbaglia una free ball e Serniotti ferma il gioco sul 9 a 6. Cantagalli a tutto braccio va a segno dalla seconda linea: 11 a 6. Sul punto successivo per i reggiani, chiama il suo secondo pit stop. Al rientro Preti lascia nuovamente il posto a Tallone. Zamagni attacca proprio sul 5 di Cuneo: 15 a 7 e biancoblu totalmente in crisi. Pallonetto di Cominetti e Conad avanti 20 a 11. Garnica di seconda beffa i piemontesi: 23 a 12, poi ace di Cantagalli. Zamagni non lascia passare Andrić e Reggio trionfa 25 a 14 e 3 a 1.

Gli emiliani si portano quindi sul 2 a 0 e sono ad un passo dalla promozione. Gara 3 si terrà sabato 21 maggio alle ore 20.30 al palazzetto di San Rocco Castagnaretta.

CONAD REGGIO EMILIA – BAM S. BERNARDO CUNEO 3-1 (18-25, 25-17, 25-17, 25-14)

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente