La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 25 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il catalogo della mostra di Luigi Mainolfi con dedica speciale a Matteo Viglietta

Venerdì 13 maggio, alle 17.30 nel Complesso di San Francesco, proprio nella mostra “Il respiro della terra” la presentazione con Luigi Mainolfi e Francesco Poli

La Guida - Il catalogo della mostra di Luigi Mainolfi con dedica speciale a Matteo Viglietta

Cuneo – Domani, venerdì 13 maggio, alle 17.30 presso il Complesso monumentale di San Francesco, si tiene la presentazione del catalogo ufficiale della mostra di Luigi Mainolfi “Il respiro della terra”, alla presenza dell’artista e del curatore Francesco Poli. Un catalogo con una dedica particolare a Matteo Viglietta, grande amante dell’arete, amico di Mainolfi. Proprio dalla collezione La Gaia di Matteo e Bruna Viglietta provengono due delle opere esposte in mostra.

L’esposizione è un’ampia antologica di opere che documentano esemplarmente i principali aspetti della ricerca plastica dell’artista dagli anni Ottanta a oggi e che, installate con attenzione, danno vita a una narrazione visiva che si sviluppa con grande respiro unitario all’interno degli articolati spazi dell’architettura gotica. I lavori sono messi in scena, senza criteri cronologici, in ordine sparso nella navata centrale, e si insediano con equilibrio e giusta tensione estetica nell’abside e nelle sette cappelle laterali.
“La scultura di Mainolfi – spiega il curatore – si configura come una narrazione di un mondo favoloso animato da bestie e personaggi gioiosamente mostruosi (orchi, orchesse, apesse, elefantesse, fauni, pseudo-gazzelle e altri); da paesaggi onirici, da alberi e vulcani e montagne; da soli giganteschi e pianeti; da proliferanti città, da strani oggetti, campanacci e battacchi e cozze… Per molti versi si può considerare l’insieme dell’opera dell’artista come una grande variegata espressione organica unitaria che cresce senza interruzione; articolandosi e diversificandosi attraverso un continuo processo metamorfico che prende corpo nei materiali più diversi, dalla terracotta al bronzo, dalla pietra al legno, dal rame al ferro. Le forme (che sono impregnate di valenze fantastiche, di riferimenti a leggende e favole popolari che affondano nella notte dei tempi) sembrano nascere e concretizzarsi in modo quasi spontaneo, autogenerativo, lontane dalla fissità di ogni modello esistente. Per Mainolfi, la scultura nasce, si espande, si gonfia, si agita: vuole diventare un’onda, un vento, un vulcano, qualcosa di animato”.
L’esposizione “Il respiro della terra”, parte della rassegna provinciale “grandArte 2022 – Help humanity, ecology, liberty, politics”, è visitabile fino al 29 maggio, dal martedì alla domenica dalle 15.30 alle 18.30, con ingresso libero.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente