La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 25 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La tv svedese a Cuneo per un servizio su Villa Oldofredi Tadini

La villa aprirà al pubblico domenica 22 maggio in occasione della Giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane

La Guida - La tv svedese a Cuneo per un servizio su Villa Oldofredi Tadini

Nei giorni 6 e 7 maggio, la televisione svedese di ITV Studios Sweden ha girato a Cuneo una puntata di una serie scegliendo Villa Oldofredi Tadini tra le dimore italiane come esempio di residenza ricca di memorie storiche, soprattutto risorgimentali, e per le vicende legate al fantasma del Conte Luigi Mocchia di San Michele.

Nel febbraio del 1799 il Comune di Cuneo aveva deliberato l’annessione alla Francia. La presenza dei francesi non fu accolta ovunque positivamente. Soprattutto nei paesi circostanti si erano formati movimenti armati antifrancesi, capeggiati da alcuni nobili, tra cui il conte Luigi Mocchia di San Michele, che aveva contribuito ad organizzare una vera milizia, la “Massa Cristiana”. Per mettere a tacere questi “rivoltosi”, un corpo di 2500 francesi lasciò la città ed iniziò un’opera di rastrellamento, uccidendo persone e distruggendo case e campagne. Nella notte del 5 luglio 1799, Luigi Mocchia fu catturato nella sua casa di campagna, oggi Villa Oldofredi Tadini, e decapitato sul posto. Il corpo, recuperato dai compagni d’arme, venne sepolto nel giardino, mentre la testa fu issata su una lancia e portata in giro per la città. Nacque così la leggenda che vuole il fantasma del povero conte girare senza pace per la casa in cerca della sua testa. E’, però, un fantasma “gentile”, riservato, tranquillo…

In occasione della Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane che si terrà domenica 22 maggio per promuovere la valorizzazione del patrimonio storico e artistico rappresentato dalle residenze private, Villa Oldofredi Tadini verrà aperta al pubblico con orario 10-13 e 14,30-18,30. Sarà visitabile, con ingresso libero, il parco. La cappella e le sale interne, con i cimeli storici e una collezione di cappelli da Bersaglieri di Lino Ravetto, si visiteranno a pagamento (8 euro, gratuito per i bambini) per gruppi di massimo 15 persone, esclusivamente su prenotazione. Per info e prenotazioni a partire da venerdì 20 maggio al 3355640248.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente