La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 10 dicembre 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Corteo del 1° maggio a Cuneo, i sindacati: “Pace, dignità e sicurezza sul lavoro”

La manifestazione, organizzata da CGIL, CISL e UIL, è partita in piazza Galimberti per terminare al parco della Resistenza

La Guida - Corteo del 1° maggio a Cuneo, i sindacati: “Pace, dignità e sicurezza sul lavoro”

Cuneo – Si è appena concluso il corteo del 1° maggio a Cuneo, organizzato dai sindacati CGIL, CISL e UIL.

Circa 500 manifestanti, partiti dall’imbocco di via Roma (verso piazza Galimberti), si sono spostati in corso Nizza, passando poi per corso Brunet e viale Angeli, terminando al parco della Resistenza.

Tre i temi al centro del dibattito che si è tenuto al termine del corteo, la pace, la dignità e la sicurezza sul lavoro.

A salire sul palco è stato in primis il presidente della Provincia di Cuneo, Federico Borgna, seguito dai segretari generali dei sindacati: Armando Dagna (UIL), Enrico Solavagione (CISL) e Davide Masera (CGIL).

“Il problema dei morti sul lavoro deve essere assolutamente arginato – dichiara Solavagione – e per questo abbiamo iniziato un dialogo con la Prefettura, che si è dimostrata molto disponibile. Tutti insieme dobbiamo fare coesione tra i diversi segmenti: pur rappresentando soggetti diversi abbiamo un interesse comune, che è quello di salvaguardare il tessuto produttivo e sociale del territorio”.

Così invece Armando Dagna: “E’ stata una giornata importante, dopo 3 anni siamo tornati a manifestare in questa città che è stata culla dei valori della Resistenza. Occorrono più diritti, dignità e sicurezza sul lavoro, così come più opportunità per giovani e donne. Inoltre si può crescere solo con la pace e non con le guerre, in cui a pagare sono sempre i più deboli”.

“Trentuno morti sul lavoro nel 2021 solo nella provincia di Cuneo. Un dato preoccupante, se si pensa che sono stati 39 nella provincia di Torino con quattro volte il numero di addetti. Bisogna fare di più per la sicurezza dei lavoratori. E’ un’emergenza, una vera e propria strage” – ha  concluso Masera.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente