La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 25 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

I presidenti delle Unioni montane delle valli Po e Varaita scrivono alla Regione

Chiedono che i paesi di Brondello, Gambasca, Pagno, Piasco e Venasca siano classificati come montani e non come collinari

La Guida - I presidenti delle Unioni montane delle valli Po e Varaita scrivono alla Regione

Abbruciamenti

Saluzzo – I presidenti delle Unioni montane della Valle Varaita e dei Comuni del Monviso, Silvano Dovetta ed Emidio Meirone, hanno scritto una lettera ai vertici della Regione Piemonte per chiedere che i Comuni di Brondello, Gambasca, Pagno, Piasco e Venasca siano classificati come montani ai fini dell’applicazione delle misure straordinarie varate per il mantenimento della qualità dell’aria in Piemonte. La Regione ha recentemente adottato disposizioni straordinarie in materia di qualità dell’aria, a integrazione e potenziamento delle misure di limitazione delle emissioni in atmosfera e dei protocolli attualmente vigenti. In un allegato alla deliberazione è stato inserito l’elenco dei Comuni della Regione, suddivisi per zona: in questo documento Brondello, Gambasca, Pagno, Piasco e Venasca sono stati attribuiti alla Zona IT0120, ovvero alla parte collinare del territorio regionale, senza tenere evidentemente nella giusta considerazione la loro adesione alle Unioni dei Comuni montani. In particolare, ciò comporta tra il 15 settembre e il 15 aprile il divieto di abbruciamento di materiale vegetale, pratica fondamentale in Comuni come quelli elencati, nei quali l’economia agricola riveste tuttora molta importanza. Se l’attribuzione dei cinque Comuni alla zona collinare regionale non verrà variata, essi saranno di fatto penalizzati rispetto ai Comuni vicini aderenti alle Unioni montane.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente