La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 28 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Anche a Borgo si rinnova la tradizione dei Sepolcri

Nella chiesa parrocchiale, a Monserrato, a Santa Croce e alla Misericordia

La Guida - Anche a Borgo si rinnova la tradizione dei Sepolcri

Borgo San Dalmazzo – Anche a Borgo si rinnova la tradizione dei Sepolcri, espressione di fede e di pietà popolare che accompagna i riti della Settimana Santa. La chiesa parrocchiale di San Dalmazzo, la chiesa Confraternita di Santa Croce, la Cappella della Misericordia e il santuario di Monserrato saranno aperti nella serata di giovedì 14 aprile (Giovedì Santo) e poi per l’intera giornata di venerdì 15 (Venerdì Santo, in cui la Chiesa ricorda e celebra la passione e morte di Cristo).

Nelle chiese si potrà sostare in preghiera e raccoglimento, soffermandosi a osservare i suggestivi allestimenti con drappi, le composizioni floreali, le statue processionali, i crocifissi.

Nella chiesa Confraternita di Santa Croce sarà esposta la grande statua processionale di Gesù nell’orto del Getsemani, acquistata nel 1909 presso lo scultore Luigi Sala di Torino: da quell’anno e per oltre mezzo secolo, l’imponente statua venne portata a spalle in processione il Giovedì Santo da otto uomini, percorrendo le vie del paese.

Nella chiesa della Misericordia si può vedere la statua della Madonna Addolorata (secolo XVIII) posta in una nicchia sull’altare. La statua veniva portata in processione in occasione della festa che cade sette giorni prima del Giovedì Santo. In tale occasione la statua veniva calata dalla nicchia dai priori e, dopo che questi erano stati invitati ad uscire dalla chiesa, le massare cambiavano i vestiti della statua e l’addobbavano con gli oggetti d’oro frutto di donazioni da parte dei devoti. Durante la settimana santa, la stessa statua veniva invece privata di ogni addobbo in quanto doveva rappresentare la Madonna sofferente per la morte del figlio.

gruppo scultoreo gesù nell'orto degli ulivi

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente