La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 13 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Soccorso Alpino Piemontese, nel 2021 effettuati 1.492 interventi

Le persone soccorse sono state 1.355, di cui 412 erano illese (30%), 851 ferite (63%) e 92 decedute (7%)

La Guida - Soccorso Alpino Piemontese, nel 2021 effettuati 1.492 interventi

Cuneo – 1.908 eventi di soccorso gestiti dalla Centrale Operativa, 1.492 missioni effettuate e 1.355 persone soccorse. Sono questi i numeri dell’attività svolta nel 2021 dal Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese (Sasp), il cui organico regionale annovera 1.182 operatori.
Rispetto al 2020, anno che aveva segnato un record sia di interventi che di persone soccorse, i dati, in leggera flessione, tornano in linea con il periodo pre-Covid, ma occorre ricordare che anche nel 2021 la pandemia ha limitato le attività in montagna, con la chiusura degli impianti sciistici durante l’inverno: all’appello mancano, dunque, le chiamate di emergenza provenienti dai comprensori sciistici.

INTERVENTI
Delle 1.908 chiamate ricevute dalla Centrale Operativa, il 22% è stato risolto dall’operatore, mentre il restante 78% si è tradotto in 1.492 interventi: il numero più elevato mai registrato dal Sasp, ma imputabile all’impiego dei volontari anche in attività di supporto a centri ospedalieri e centri vaccinali per il Covid. Dei 1.492 interventi effetuati, infatti, 1.226 sono state missioni di soccorso sanitario, 226 di Protezione civile e 148 per attività legate alla pandemia.
In crescita le operazioni condotte dalle squadre a terra, mentre l’elisoccorso con a bordo i tecnici del Sasp è intervenuto nel 58% delle missioni.

PERSONE SOCCORSE
Le persone soccorse sono state 1.355 (1.512 nel 2020), di cui 626 (46%) recuperate esclusivamente dalle squadre a terra e 729 (54%) recuperate con il supporto dell’eliambulanza. Tra gli individui soccorsi, 412 erano illesi (30%), 851 feriti (63%) e 92 deceduti (7%).

TIPOLOGIA DI INTERVENTI
Per quanto riguarda la tipologia degli interventi effettuati, l’82% delle missioni di soccorso ha riguardato persone infortunate, mentre il 14% sono state ricerche di persone disperse.

CAUSE DI INFORTUNIO
Le principali cause di infortunio in montagna sono le cadute (46%), seguite dai malori (15%) e riguardano gli uomini nel 76% dei casi e le donne nel 24%. Infine, il 91% delle persone soccorse praticava attività del tempo libero contro il 6% di residenti in montagna e il 3% di persone infortunatesi in terreno impervio per lavoro.
Nel 2021 si è registrata, infine, una maggiore incidenza degli incidenti da valanga, che hanno provocato 4 decessi constatati sul terreno e altri 2 verificatisi successivamente in ospedale.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente