La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 25 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Scelto il progetto del ponte all’uscita del Tenda

Alla Cig per il miglioramento dei collegamenti delle Alpi del Sud è stato confermato il rispetto del cronoprogramma: a ottobre 2023 apertura della canna del Tenda bis

La Guida - Scelto il progetto del ponte all’uscita del Tenda

Roma – La Cig per il miglioramento dei collegamenti delle Alpi del Sud ha definito oggi (1° aprile) il progetto per attraversare il vallone del rio della Cà. Si costruirà un viadotto lungo 70 metri per superare la zona a rischio idrogeologico, dove nell’ottobre 2020, la tempesta Alex provocò un dissesto tale da sconvolgere il versante di uscita del tunnel di Tenda e da rendere necessaria una variante progettuale dell’opera in costruzione. La Commissione intergovernativa sgombra il campo da altre soluzioni che erano allo studio dei tecnici.

Il progetto è in una fase avanzata ma non è nella fase esecutiva perché servono altri sondaggi e approfondimenti tecnici. Per questi si era in attesa del responso della seduta della Commissione Italia – Francia. Ottenuto il via libera all’impostazione dell’infrastruttura, l’organo intergovernativo dovrebbe riunirsi in seduta straordinaria a maggio per approvare la progettazione esecutiva dell’opera che accoglierà il traffico delle due canne del traforo. Anche queste ultime saranno modificate rispetto l’impostazione iniziale.

All’incontro in video conferenza ha partecipato l’assessore regionale ai trasporti Marco Gabusi, che insieme ai colleghi della Regione Liguria e di Region Sud, ha richiesto non solo che non si allunghino i tempi del cronoprogramma ma che si proceda in modo da anticiparlo. Anas ha confermato il rispetto delle scadenze fissate: ottobre 2023, apertura al transito della nuova canna in costruzione e 2025 inaugurazione della seconda galleria ottenuta tramite alesaggio del tunnel storico.

“Vigileremo e collaboreremo – riferisce l’assessore Gabusi – affinché tutto si concretizzi a breve”.

In 19 mesi, per raggiungere il primo traguardo Anas e l’impresa, dovranno completare i circa 1200 metri di galleria mancanti, le opere accessorie, gli impianti vari e il ponte. Una grande sfida, molto ambiziosa. Non ci resta che fare il tifo.

In queste ore la Cig sta discutendo anche della ferrovia internazionale Cuneo-Ventimiglia.

 

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente