La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 10 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Si chiude lo stato di emergenza e cambiano le regole

Dopo oltre due anni si allentano progressivamente le misure restrittive messe in atto per contrastare la pandemia

La Guida - Si chiude lo stato di emergenza e cambiano le regole

Cuneo – Dopo oltre due anni, da oggi venerdì 1° aprile, si chiude lo Stato di Emergenza e si allentano progressivamente le misure restrittive messe in atto per contrastare la pandemia fino ad arrivare al 1° maggio data a partire dalla quale non servirà più il Green Pass.
Bar e ristoranti
Per sedersi all’aperto in un ristorante o in un bar non ci sarà più l’obbligo di esibire il Green Pass. Per consumare invece all’interno dei locali servirà ancora il Certificato verde base (quello che si ottiene con la vaccinazione, la guarigione oppure con un tampone negativo effettuato nelle ultime 48 o 72 ore).
Alberghi
L’ingresso negli alberghi, nei b&b, nelle case-vacanze, nei campeggi e nelle altre strutture ricettive non si dovrà più esibire il Green Pass.
Negozi, parrucchieri, estetisti e uffici
Niente Green Pass per entrare nei negozi, nei centri commerciali, negli uffici pubblici, in banca o alle poste. Rimane l’obbligo della mascherina, anche chirurgica. Stessa regola per parrucchieri e centri estetici.
Cinema e teatri
Serve ancora essere in possesso del Super Green Pass, cioè quello che si ottiene dopo aver completato il ciclo vaccinale o dopo essere guariti dal Covid da meno di sei mesi, obbligatoria anche la mascherina Ffp2. Stesse regole per le serate di musica dal vivo, laboratori, incontri, serate che si tengono nei centri sociali, culturali e ricreativi.
Stadi, palestre e piscine
La capienza degli stadi torna al 100 %. Per entrare a vedere una partita i tifosi devono avere il Green Pass Base (è sufficiente il tampone negativo), ma nei palazzetti al coperto serve ancora il certificato verde rafforzato. Sugli spalti, all’aperto e al chiuso, sempre richiesta la mascherina Ffp2.
Lo sport all’aperto si potrà fare senza Green Pass, per allenarsi in palestra o in piscina al chiuso fino al 30 aprile c’è ancora l’obbligo di mostrare il certificato rafforzato.
Trasporto pubblico locale
Sui pullman si può salire senza Green Pass, resta però obbligatoria la mascherina Ffp2.
Aerei, treni e navi
Per i viaggi a lunga percorrenza (aerei, treni e navi) è ancora necessario avere il Certificato verde base.
Quarantene e contatti stretti
Chi risulta positivo al Covid deve osservare le regole già fissate dal Ministero della Salute, quindi almeno 7 giorni di isolamento per i vaccinati e 10 per i non vaccinati, poi tampone. Chi ha avuto un contatto stretto con una persona contagiata non dovrà fare alcuna quarantena, ma potrà uscire in regime di autosorveglianza (indossare per 10 giorni la mascherina Ffp2 quando si trova al chiuso o all’aperto se ci sono rischi di assembramento).
Scuola 
La dad sarà attivata solo per gli studenti risultati positivi al Covid, i compagni di classe potranno continuare ad andare a scuola in presenza (con obbligo di mascherina Ffp2 in classe per 10 giorni dall’ultimo contatto; se compaiono sintomi va effettuato un tampone al quinto giorno successivo all’ultimo contatto).
Over 50
Fino al 15 giugno 2022 rimane in vigore l’obbligo di vaccino per alcune categorie professionali (personale scolastico e forze dell’ordine) e per gli over 50, ma per andare al lavoro sarà sufficiente esibire il green pass base che si ottiene con il tampone. E quindi non è più prevista la sospensione da funzioni e stipendio per chi non è vaccinato.Per gli over 50 che non sono vaccinati rimane che sarà erogata dall’Agenzia delle Entrate.
Per il personale sanitario e i dipendenti delle Rsa l’obbligo vaccinale rimane fino al 31 dicembre 2022.

 

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente