La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sanità, sindacati non soddisfatti dell’incontro in Regione

"Una sostanziale chiusura alla richiesta di investire economicamente da parte della Regione sul capitolo del personale mediante l’aumento dei tetti di spesa delle Aziende sanitarie regionali"

La Guida - Sanità, sindacati non soddisfatti dell’incontro in Regione

Torino – Nella mattinata di oggi (lunedì 28 marzo) i rappresentanti piemontesi dei sindacati nel settore sanità hanno incontrato i vertici della Regione per fare il punto sulla stabilizzazione del personale. L’esito, però, non è stato soddisfacente per i rappresentanti dei lavoratori, che hanno diffuso questa nota.
“Oggi abbiamo incontrato i vertici regionali in merito alla stabilizzazione del personale a tempo determinato del Ssr (Sistema sanitario regionale). Con grande rammarico abbiamo dovuto constatare che il presidente della Regione ha avanzato una proposta che riteniamo ancora largamente insufficiente.
Non solo non convincono i numeri del personale avente i requisiti per la stabilizzazione rappresentatici dall’assessorato che risultano essere massivamente inferiori rispetto a quelli dichiarati nell’ultimo incontro.
Ma è il dato politico che ci preoccupa di più; da parte del presidente, infatti, si è palesata una sostanziale chiusura alla nostra richiesta di investire economicamente da parte della Regione sul capitolo del personale mediante l’aumento dei tetti di spesa delle Aziende sanitarie regionali.
Siamo pronti a sottoscrivere l’accordo per garantire la stabilizzazione dei precari, ma crediamo non accettabile che queste avvengano esclusivamente a scapito del turn over. Ci aspettiamo pertanto che al prossimo incontro la Regione si presenti con una posizione più vicina alle nostre richieste. Differentemente sarà mobilitazione regionale.
Ribadiamo che il rilancio del Sistema sanitario regionale non può che passare attraverso un adeguato aumento delle dotazioni organiche che scongiuri il collasso del sistema e la continua richiesta alle lavoratrici e lavoratori di sostenere gravosi carichi di lavoro. È necessario quindi che la Regione capisca che la programmazione sanitaria passa principalmente dall’investimento sul personale”.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente