La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 25 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Per la Cuneo-Nizza bisogna guardare a Torino

Incontro con l'assessora Pentenero per coinvolgere la Città Metropolitana nel potenziamento e rilancio della ferrovia internazionale

La Guida - Per la Cuneo-Nizza bisogna guardare a Torino

Cuneo – “Per rilanciare la ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza è indispensabile il coinvolgimento di Torino. L’appoggio che può dare il capoluogo regionale allo scopo è determinante”.

Il sindaco di Roccavione Germana Avena è convinta che questa sia la buona strada per arrivare ad interventi concreti sulla linea. Non lo pensa da oggi; da anni sollecita provincia e comune di Cuneo a prendere contatti con la Città Metropolitana. Non è mai stata ascoltata.

E ora che nella Giunta Lo Russo c’è Giovanna Pentenero, amica di Avena, ex assessora della Regione protagonista della riapertura della cartiera Pirinoli fallita, con il sindaco di Vernante, Gian Piero Dalmasso e Sergio Scibilia dell’associazione Biancheri di Ventimiglia nei giorni scorsi è andata a Torino, a Palazzo di Città. 

Un incontro per illustrare le potenzialità della ferrovia che unisce Torino e Nizza, città metropolitane e universitarie. “Dobbiamo guardare alla storia – dice Scibilia – Cavour aveva una visione strategica e immaginò la strada ferrata per unire la capitale Sabauda a Nizza, questo non dobbiamo dimenticarlo. Oggi le due città potrebbero essere collegate in 2,5 ore, battendo ogni altro mezzo, auto o aereo che siano”. 

Per tutto il ponente ligure, l’università di Torino è molto ambita, ma quasi irraggiungibile.

“Torino è la carta che può fare la differenza per la ferrovia – dice Scibilia – perché Cuneo ha dimostrato di non avere peso e di non essere in grado di muovere foglia”.

“Ci siamo lasciati con l’impegno – conclude Avena – di presentare una memoria scritta al Comune. Pentenero  ha dimostrato il suo interesse alla collaborazione per il rilancio della linea e riferirà al sindaco Lo Russo”. 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente