La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 25 giugno 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il nuovo vaccino Novavax potrebbe arrivare in Piemonte già a febbraio

Le quantità e le fasce di popolazione destinataria non sono ancora chiare ma il nuovo siero proteico potrebbe trovare il consenso anche dei più scettici

La Guida - Il nuovo vaccino Novavax potrebbe arrivare in Piemonte già a febbraio

Torino – Dovrebbe arrivare in Italia il 24 febbraio il nuovo vaccino Novavax, la nuova “arma” per la lotta al Covid che secondo alcuni potrebbe convincere anche i più scettici a vaccinarsi. A differenza dei vaccini mRna come Pfizer e Moderna che sfruttano tecniche vettoriali, il Novavax, il cui uso è stato approvato da Aifa lo scorso 22 dicembre, sfrutta la tecnica delle proteine ricombinanti già  in uso da tempo per malattie come pertosse, epatite, meningite e altre infezioni virali.

Sull’arrivo in Piemonte del nuovo vaccino nulla è ancora certo, ma, secondo quando comunicato alla Regione dalla struttura commissariale romana, potrebbe essere disponibile già nel mese di febbraio. “Le quantità non sono ancora state definite con esattezza, e neppure le fasce di popolazione destinataria – ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità Icardi -. La somministrazione di tali vaccini avverrà presso i nostri hub vaccinali, istituiti nelle Aziende attualmente attive o in stand by e che sono attivabili in 24 ore, se necessario. Per quanto attiene alle modalità di accesso alla vaccinazione, quali preadesione o prenotazione saranno valutate in base al numero di dosi che saranno rese disponibili e ai soggetti destinatari”.

Il Novavax è un vaccino a base di proteine ricombinanti anti-Covid, che contiene minuscole particelle ottenute da una versione prodotta in laboratorio della proteina Spike, che si trova sulla superficie del virus Sars-CoV-2, la quale, mediante tecniche di ingegneria genetica, viene purificata. Le Spike vengono assemblate in nanoparticelle riproducendo la struttura del virus senza però la capacità di replicare o causare la malattia; il siero contiene anche un adiuvante, la saponina, una sostanza che contribuisce a rafforzare le risposte immunitarie indotte dal prodotto.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente