La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 8 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Intervento d’eccezione all’azienda ospedaliera Santa Croce (video)

Un’équipe multidisciplinare impegnata nel confezionamento di una fistola, per l’accesso alla dialisi, attraverso la via endovascolare

La Guida - Intervento d’eccezione all’azienda ospedaliera Santa Croce (video)

Equipe intervento fistola endovascolare

Cuneo – Presso l’azienda ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo è stato eseguito il primo intervento in Piemonte, e tra i primi in Italia, di confezionamento di una fistola, per l’accesso alla dialisi, attraverso la via endovascolare.
La procedura è stata eseguita da un’équipe multidisciplinare formata da: Radiologia interventistica, Nefrologia e Dialisi, Chirurgia Vascolare e Anestesia.

“Per poter effettuare la dialisi, è necessario che il paziente sia dotato di un accesso vascolare per un’adeguata quantità di sangue da depurare – spiega Germana Daidola, nefrologa -. Le fistole artero-venose sono l’accesso migliore. Fino a questo momento. l’unico approccio possibile era quello chirurgico che sfruttava le arterie più superficiali delle braccia, a livello del polso o della piega del gomito. L’approccio endovascolare consente di utilizzare sedi più profonde, non facilmente raggiungibili chirurgicamente, riducendo la convalescenza”.

“La procedura- spiega Alberto Balderi, responsabile della Radiologia interventistica – consiste nell’effettuare una puntura, con un ago inferiore ai 2 millimetri di calibro, all’altezza dell’avambraccio e confezionare la fistola con un impulso di radiofrequenza che fonde la vena all’arteria. Con questa procedura, la necessità di riospedalizzazione è minore, perché, a differenza delle fistole chirurgiche che nel tempo si restringono e necessitano di angioplastica, quelle per via endovascolare hanno bisogno di minor manutenzione”.

L’intervento è perfettamente riuscito e il tempo di recupero è stato breve.

“La procedura- sottolinea Luca Besso, Direttore Struttura Complessa Nefrologia e Dialisi – in futuro potrà essere applicata ad altri pazienti per migliorare la vita di chi è in dialisi, limitando gli ‘stop’ alla vita quotidiana dovuti alle complicanze legate alla manutenzione degli accessi vascolari”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente