La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 11 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Da venerdì 11, cade l’obbligo di mascherina all’aperto

Le discoteche si preparano a riaprire con capienza ancora limitata al 50%

La Guida - Da venerdì 11, cade l’obbligo di mascherina all’aperto

Cuneo – A partire da oggi, venerdì 11 febbraio, non sarà più obbligatorio indossare la mascherina all’aperto, salvo che nelle situazioni di assembramenti. Il dispositivo di protezione individuale resta invece obbligatorio nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private fino al 31 marzo, data nella quale scadrà lo stato di emergenza. 

L’ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza precisa che non hanno l’obbligo di indossare la mascherina: i bambini di età inferiore ai sei anni; le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con un disabile in modo da non poter fare uso del dispositivo; i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva. 

La disposizione, che si applica a tutte le regioni italiane a prescindere dal colore assegnato in base all’andamento dell’epidemia, si inserisce nell’ambito di alcuni allentamenti resi possibili dalla diminuzione dei contagi nel nostro Paese.

Oggi è anche il giorno in cui le discoteche e le sale da ballo possono riaprire le porte al pubblico. Per accedere è necessario il super green pass, cioè quello ottenuto con vaccino o guarigione dal Covid, ed è obbligatorio indossare la mascherina tranne che sulla pista da ballo. La capienza dei locali resta ancora limitata al 50%.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente