La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Stupinigi scelto nel Piano Borghi, Elva escluso: Cuneo, Uncem e Acli chiedono alla Regione di ripensarci

Il consiglio comunale a Cuneo ha votato all'unanimità perché la Regione "ripensi alla sua scelta"

La Guida - Stupinigi scelto nel Piano Borghi, Elva escluso: Cuneo, Uncem e Acli chiedono alla Regione di ripensarci

Cuneo – Dopo la discussione in consiglio comunale a Cuneo e il voto all’unanimità perché la Regione “ripensi alla sua scelta”, la contrarietà dell’Uncem, anche le Acli provinciali di Cuneo esprimono forte perplessità per la scelta operata dalla Regione di preferire il recupero del complesso di Stupinigi come progetto da finanziare nell’ambito del “Piano Borghi” del ministero della Cultura, rispetto a quello della Strada del Vallone di Elva, in alta Valle Maira.
Le Acli di Cuneo avevano auspicato e sostenuto la candidatura di questa opera che collega il paese di Elva e le sue 28 frazioni, a 1637 metri di altitudine, con la strada principale della Valle Maira e che, con le sue pareti a picco, rappresenta un vero e proprio capolavoro di ingegneria civile. Il ripristino della strada permetterebbe agli abitanti del luogo e a coloro che vogliono visitare questo paese ricco di attrattive dal punto di artistico, culturale e naturale, di raggiungere più agevolmente la destinazione, evitando di percorrere la Strada provinciale 335 del Colle della Cavallina, via San Martino di Stroppo, decisamente più lunga (17 km rispetto ai 9 del Vallone) e non meno impervia e pericolosa.

“Esprimiamo forte delusione per una scelta che esclude dal finanziamento un territorio che sarebbe invece da valorizzare – dice il presidente provinciale Acli, Elio Lingua – penalizzando i residenti e l’economia locale, oltre a creare disagi ai residenti, ai margari che in primavera e autunno spostano le loro mandrie agli alpeggi in zona e ai turisti che vorrebbero poter usufruire della ricchezza artistica, culturale e naturale dell’area e della zona elvese”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente