La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 28 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sfuggono al fisco con operazioni su immobili e denaro, tre denunce

La Guardia di Finanza ha effettuato controlli su un imprenditore sui passaggi di beni con la moglie e il consulente, dopo i debiti con l'erario

La Guida - Sfuggono al fisco con operazioni su immobili e denaro, tre denunce

Fossano – I militari della Guardia di Finanza hanno concluso un’operazione, nominata “Case fantasma”, che ha permesso di scoprire un’evasione fiscale e di sequestrare beni a imprenditori che, per sottrarsi all’erario, riuscivano a “schermare” ricavi. Nei guai tre persone del fossanese (un imprenditore, la moglie e un consulente) che, con una serie di operazioni, avevano evitato il pagamento dei debiti con il fisco; le indagini erano state avviate dopo la notifica all’imprenditore di un avviso di accertamento per oltre 330.000 euro, con la scoperta di operazioni finanziarie in perdita. I finanzieri hanno scoperto “un elaborato disegno criminoso attraverso cui l’imprenditore, avvalendosi del concorso della propria moglie e di un consulente esterno alla società, stava procedendo all’alienazione di tutti i suoi beni mobili ed immobili, per sfuggire al fisco”, con la stipula di un preliminare di vendita di tre immobili a una società riconducibile a persone di sua fiducia, per evitare l’azione coattiva del fisco. Gli immobili, in realtà, erano rimasti in possesso dell’imprenditore, che per “schermare” proventi aveva fatto svolgere le operazioni al consulente, oltre a effettuare donazioni di denaro e abitazione alla moglie. I tre sono stati denunciati per sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, per “le operazioni dell’imprenditore e dei suoi sodali quali fraudolentemente tese a spossessarsi di tutti i beni mobili ed immobili al fine di sottrarsi all’adempimento dei debiti erariali a lui conosciuti”, secondo quanto riferiscono le Fiamme Gialle. Come disposto dal tribunale, è anche scattato il sequestro preventivo di immobili e denaro per un totale complessivo di 500.000 euro.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente