La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 19 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Meo è andato a colorare in Paradiso

È mancato oggi Bartolomeo Cavallera che con Bruno Carletto disegnò oltre 160 murales di Pinocchio a Vernante

La Guida - Meo è andato a colorare in Paradiso

Vernante – “Meo è andato a colorare in Paradiso” è scritto sull’annuncio mortuario di Bartolomeo Cavallera, 74 anni. L’uomo è mancato questa mattina all’ospedale Carle a causa di un tumore. È l’artista che, insieme a Bruno Carletto, ha raccontato le avventure di Pinocchio dipingendole sulle case del paese. In trent’anni, la coppia ha disegnato oltre 160 murales creando un prodotto turistico di successo che attrae ogni anno migliaia di persone nella cittadina.

L’idea nacque, nel 1989, quando Carlet e Meo erano rispettivamente presidente e vice presidente della proloco. Cavallera, decoratore, affrescò con l’amico anche tanti piloni della valle e la cappella di San Macario. “Era un grande lavoratore – dice Carletto – un compagno che mi ha aiutato nella realizzazione di molte opere e soprattutto un grande amico con cui ho trascorso tantissimi bei  momenti”.

Il compianto, originario di Boves e trasferitosi negli anni ’70 a Vernante, è sempre stato al servizio della comunità locale oltre che per l’impegno nella pro loco nei consigli di amministrazione dell’asilo e della casa di riposo. Dal 1997 al 1999 fu massaro del santuario di Madonna dell’Assunta.

I funerali saranno celebrati domani (sabato 29 gennaio), alle ore 14.30, nella chiesa parrocchiale.

Cavallera lascia la moglie “Nuccia” Dalmasso, il figlio Loris (chitarrista e voce dei Ciansunier) con Nives, la nipote, i parenti e tantissimi amici.

I parenti, per espressa volontà di Meo, chiedono non fiori ma eventuali offerte all’oratorio.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente