La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 19 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Una rete di idee. 80.000 euro per i giovani di Borgo San Dalmazzo

Grazie ad un finanziamento della Fondazione Crc che sarà integrato da fondi comunali

La Guida - Una rete di idee. 80.000 euro per i giovani di Borgo San Dalmazzo

Borgo San Dalmazzo – Il progetto “Una rete di idee” del Comune di Borgo San Dalmazzo è stato finanziato per l’importo complessivo di 58.000 euro dalla Fondazione CRC nell’ambito del bando “Giovani in contatto”.

Grazie alla collaborazione tra la Consulta Giovanile e le Associazioni Aib Borgo, ANCoS APS comitato provinciale di Cuneo, A.N.P.S. Sezione Cinofili, Avis Borgo, Cri Comitato di Borgo, Fab Lab Cuneo e Liberavoce Odv, il Comune è riuscito a valorizzare le idee dei suoi giovani cittadini in un progetto vincente.

Il Sindaco Gian Paolo Beretta esprime la sua soddisfazione: “Ringrazio la Fondazione per aver creduto nel progetto che ci permetterà di ampliare le offerte e le disponibilità per il mondo giovanile, così da sfruttare nuove idee e progetti ambiziosi. Ringrazio gli uffici per l’impegno profuso e tutte le associazioni che collaboreranno per realizzare i programmi”.

Il vicesindaco, Giuseppe Bernardi, aggiunge: “Il finanziamento con una cifra importante era difficile da ottenere, eppure siamo riusciti a farcela con un grande impegno ed entusiasmo di tutti. Quando si rema tutti nella stessa direzione Borgo è in grado di ottenere significativi risultati. L’Amministrazione comunale sarà vicina ai giovani, alle associazioni e a tutti coloro che si impegneranno in questa impresa.”

Nei prossimi due anni verrà dunque realizzata una serie di azioni che coinvolgerà i ragazzi di età compresa tra i 10 e i 25 anni, con l’obiettivo di fondo di valorizzarne i talenti, dando loro spazio e visibilità e di avvicinarli alla vita attiva della città affinché diventino attori trasformativi della comunità in cui vivono. Tra le attività che verranno promosse si possono menzionare, a titolo non esaustivo, un laboratorio di pet therapy per i ragazzi più giovani, un laboratorio di stampa 3D e creazione di arredo urbano per i ragazzi tra i 14 e i 17 anni e un laboratorio di video making per i ragazzi più grandi.

Il commento del Presidente della Consulta, Riccardo Pepino: “Ottenere questo finanziamento è un traguardo importante in quanto ci dà la possibilità di concretizzare le idee emerse tra i giovani delle associazioni di Borgo San Dalmazzo. Il raggiungimento di tale obiettivo ha permesso di ottenere risultati non soltanto a livello economico, ma anche a livello sociale poiché ha permesso una concreta collaborazione tra l’Amministrazione Comunale e i giovani delle associazioni borgarine. Ringraziamo gli enti, le associazioni, il comune di Borgo San Dalmazzo, i quali hanno creduto fin dall’inizio in questo progetto, sostenendoci e incoraggiandoci. Un ringraziamento particolare va a tutti i giovani che hanno dedicato il loro tempo e impegno, dimostrando la volontà di diventare parte integrante della comunità borgarina”.

Si ipotizza il coinvolgimento di oltre 1.200 giovani nel corso del biennio, per un budget complessivo di circa 80.000 euro, considerando anche il cofinanziamento diretto del Comune.

Anche l’Assessore alle Politiche Giovanili, Alessandro Monaco, esprime piena soddisfazione: “Il progetto finanziato dalla Fondazione CRC è stato, e lo sarà per i prossimi due anni, un momento importante per i ragazzi delle varie associazioni di Borgo che hanno saputo fare rete ed essere unite per il bene loro e della nostra Città, creando un progetto vincente, ricco di idee dedicate ai giovani come parte attiva della comunità. Un progetto in cui la nostra Amministrazione ha creduto fortemente per i giovani e il loro futuro.”

Tutti gli aggiornamenti sulle attività organizzate e sulle opportunità offerte ai ragazzi di Borgo possono essere seguiti sulle pagine Facebook e Instagram della Consulta Giovanile.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente