La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 19 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Caraglio, è morto “Mino” Tomatis

Una vita dedicata alla musica e alla ristorazione, aveva avviato a Caraglio il ristorante " La Pagoda"

La Guida - Caraglio, è morto “Mino” Tomatis

Giacomino Mino Tomatis

Caraglio – È morto nel pomeriggio di oggi, lunedì 24 gennaio, Giacomino Tomatis. Conosciuto a Caraglio e in tutta la Granda come “Mino” e per essere stato uno dei pionieri della musica da discoteca e della ristorazione. Il suo nome suscita immediatamente la connessione con il locale “La Pagoda”, avviata alla fine degli anni Sessanta e al “Galaxy Pagoda” aperto alla metà degli anni Ottanta. Aveva 65 anni e da alcune settimane era ricoverato all’Ospedale Santa Croce di Cuneo per un malore improvviso avuto poco prima della festività natalizie.
Una vita dedicata alla ristorazione e alla musica, insieme alla moglie Laura ha portato a Caraglio i più grandi nomi della musica degli anni Settanta e Ottanta: Zucchero, Anna Oxa, Venditti, Vecchioni, Nomadi e molti altri. Concerti memorabili per i giovani di quegli anni.
Nel 1993, con il passaggio di proprietà della discoteca aveva aperto una birreria-ristorante. Oggi il locale Pagoda Restaurant Cafè è gestito dal figlio David insieme alla moglie Maria Elena. “Mino” lascia anche i nipoti Giacomo e Alessandro.
La preghiera del Rosario è alle 20 di domani, martedì 25 gennaio, nella chiesa parrocchiale di Caraglio. Il funerale viene celebrato mercoledì 26 gennaio, alle 15.45, sempre nella parrocchiale di Caraglio.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente