La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 24 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il nuovo ospedale fra 10 anni? Allora si utilizzino i 32,5 milioni dell’antisismica per gli ospedali di oggi

Lo chiedono i consiglieri comunali di Cuneo per i Beni Comuni contro la decisione della Regione di non usare i fondi per Cuneo dati dal ministero

La Guida - Il nuovo ospedale fra 10 anni? Allora si utilizzino i 32,5 milioni dell’antisismica per gli ospedali di oggi

Cuneo – I fondi per l’antisismica e l’antincendio per il Santa Croce e il Carle vengano utilizzati subito. Sono ben 32,5 milioni di euro che la Regione messi a disposizione dal ministero della salute “che la Regione Piemonte non intende utilizzare come dichiarato dall’assessore alla sanità Icardi e conseguentemente non li ha richiesti per metterli in bilancio”.
È la richiesta che fanno con un ordine del giorno al consiglio comunale di Cuneo, i consiglieri di Cuneo per i Beni Comuni, Luciana Toselli, Ugo Sturlese e Nello Fierro.
La Regione Piemonte ha approvato il programma di investimenti in edilizia sanitaria per l’adeguamento antisismico, ha ricevuto i fondi da Roma ma poi l’assessorato della sanità ha deciso con nota datata 4 agosto 2021 -prot. n. 2901 chiarendo che “ al fine di utilizzare al meglio le risorse pubbliche, si è ritenuto di non confermare l’inserimento nei programmi di finanziamenti degli interventi su Presidi Ospedalieri che saranno sostituiti dai nuovi ospedali, fatti salvi specifici interventi su strutture che continueranno a far parte del patrimonio edilizio della SSR , prevedendo altresì  nel programma d’investimento l’adeguamento alla normativa antisismica di almeno un presidio ospedaliero sede di DEA o PS per i diversi ambiti territoriali”.
Il problema, dicono i consiglieri, e che la Regione ha deciso di realizzare il nuovo ospedale a Confreria al Carle ma saranno necessari almeno 10 anni se tutto procede regolarmente e che non vi è alcuna data certa sulla possibilità di utilizzare i fondi Inail. “Non è pensabile – dicono Sturlese, Toselli e Fierro – non mettere in sicurezza i lavoratori dell’Ospedale S.anta Croce e le persone ricoverate, considerato che la zona dove è collocato è definita ”Zona 3” nella classificazione sismica dal vigente Piano regolatore. Allora il sindaco si impegni a utilizzare quei fondi”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente