La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 23 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Piemonte la scuola al delirio. Marello “Siamo una Regione delle banane”

Dura accusa del consigliere regionale del Pd sulla questione scuole e tracciamento dei contagi da parte del Sisp: responsabilità lasciata ai presidi e il peso sulle famiglie

La Guida - Piemonte la scuola al delirio. Marello “Siamo una Regione delle banane”

Cuneo – Non usa mezzi termini il consigliere regionale del Pd, Maurizio Marello, sulla questione scuole e tracciamento dei contagi da parte del Sisp. Per l’ex sindaco di Alba la pandemia non ha insegnato nulla al Piemonte lasciando responsabilità ai presidi e il peso alle famiglie.
Scrive così Marello.

Il Governo Draghi ha dichiarato che la scuola non doveva fermarsi. Giusto. Niente Dad. Giusto. Ma poi ha scritto regole che di fatto costringono la scuola a chiudere.
Le Asl, che dipendono dalla Regione, stanno prudentemente interpretando queste regole in modo restrittivo, con la conseguenza che classi delle Scuole Primarie con un solo positivo, invece di proseguire le lezioni in presenza, vanno in Dad.
Le Asl piemontesi non riescono a tracciare i contagiati. In concreto significa che i ragazzi stanno a casa per 10/14 giorni senza ricevere un tampone.
Le famiglie, che pensavano sulla base delle dichiarazioni di Draghi e di Cirio di essere in una botte di ferro, sono in difficoltà con i figli a casa spesso da soli (dal momento che i genitori devono lavorare).
I dirigenti scolastici si sono visti scaricare sulle loro spalle tutte le responsabilità.
Sono trascorsi due anni dall’inizio della pandemia ma i trasporti scolastici sono sostanzialmente gli stessi, le aule pure, così come gli affollamenti e i nostri ragazzi nella migliore delle ipotesi vanno a scuola in classi al freddo, con le finestre aperte.
Siamo un Paese delle banane. Siamo una Regione delle banane.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente