La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 19 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Lutto nel ciclismo provinciale, è morto Lorenzo Tealdi

Aveva 85 anni ed è morto all'ospedale di Mondovì. Grande appassionato di ciclismo, ha portato sulle strade della Granda per tanti anni il Giro d'Italia e nel 2008 il Tour de France

La Guida - Lutto nel ciclismo provinciale, è morto Lorenzo Tealdi

Mondovì – Lutto nel mondo del ciclismo provinciale per la scomparsa di Lorenzo Tealdi, organizzatore e anima di tantissime iniziative e corse ciclistiche sulle strade della provincia di Cuneo. Aveva 85 anni ed è morto oggi, mercoledì 19 gennaio all’ospedale di Mondovì dove era ricoverato da alcuni giorni.

Nato a Fossano, il commendator Lorenzo Tealdi era uno dei protagonisti del ciclismo provinciale, sempre in prima fila nell’organizzare corse ciclistiche. Per anni ha portato il Giro d’Italia sulle strade della Granda e nel 2008 è riuscito anche nell’impresa di portare a Cuneo il Tour de France. Oltre alle grandi manifestazioni, il suo nome è legato alle più importanti corse locali dal Giro della Valli Cuneesi alla Gran Fondo Cuneo-Pinerolo. Nel corso degli anni ha promosso il territorio a livello nazionale, facendo conoscere in tutta Italia e non solo le salite della Granda: tanti, tantissimi appassionati di ciclismo, gli addetti ai lavori e i ciclisti hanno potuto apprezzarne le doti umane e le grandi capacità lavorative e organizzative. Lascia la moglie, Agnese, e le figlie Guendalina, Clio e Maria Lorenza.

“Il Covid si è portato via anche il mio amico Renzo – scrive in un post il consigliere regionale ed ex direttore dell’Atl del cuneese, Paolo Bongioanni – Il commendator Lorenzo Tealdi, l’uomo che non si fermava mai, che voleva organizzare sempre, che progettava continuamente nuove sfide sportive, che per primo ha portato in provincia di Cuneo i grandi giri del ciclismo a tappe. Grazie Renzo per la tua amicizia e per quello che ci hai regalato. Fai buon viaggio”.

“La mia passione per il ciclismo – aveva raccontato Lorenzo Tealdi in un’intervista a La Guida in occasione di un recente passaggio del Giro d’Italia – nasce negli anni Sessanta, quando ho cominciato a collaborare con la società ciclistica Fossano, poi la Cemental di Genola e la Mobili Sereno di Centallo con i dilettanti juniores. I primi sponsor della provincia di Cuneo sulle maglie del ciclismo le ho portate io. Poi dal 1970 al 1976 alla società ciclistica Cuneo, che è stata una grande società, grazie ad Agostino Bonetto del bar Brazil. Nel 1976 abbiamo fatto i professionisti con il Cuneo per un anno e poi abbiamo smesso. Da lì mi sono dato all’organizzazione delle manifestazioni e sono partito alla grande. Dal 1978 il Giro delle Valli Cuneesi per 38 anni; poi per più di trent’anni la Fossano-Colle della Maddalena e tutte le grandi manifestazioni ciclistiche del cuneese. Con il Giro d’Italia abbiamo iniziato nel 1982, con l’arrivo davanti al palazzo della Provincia di Cuneo, quando ha vinto Moser. Poi l’indomani la Cuneo-Pinerolo. Da lì non sono più uscito dall’ambiente del Giro e siamo andati alla grande”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente