La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 21 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Semaforo antismog, a Cuneo scatta l’arancione

Giovedì e venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, divieto di circolazione per i veicoli diesel euro 3, 4 e 5. Escluse dal provvedimento le strade principali di attraversamento

La Guida - Semaforo antismog, a Cuneo scatta l’arancione

Cuneo – Complice il bel tempo di queste settimane scatta anche a Cuneo il semaforo antismog arancione. In base ai dati relativi alle PM10 pubblicati mercoledì mattina dall’Arpa Piemonte, sul territorio l’allerta sale a livello 1 quindi per le giornate di giovedì 16 e venerdì 17 dicembre entrano in vigore sul territorio le nuove limitazioni al traffico previste dall’ordinanza comunale che a marzo 2021 ha recepito la delibera della Giunta Regionale in merito all’adozione di misure straordinarie per la riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera nell’area del Bacino Padano.  Per le due giornate sarà quindi vietata la circolazione dalle 8.30 alle 18.30 ai veicoli diesel Euro 3, 4 e 5 adibiti a trasporto persone. Il divieto è limitato ai centri abitati, sono escluse dal provvedimento le strade principali di attraversamento e di accesso ai parcheggi di testata: via del Bosco, via del Passatore, via San Bernardo, via Rocca, via Valle Po, via Villafalletto, via Torino, via Bra, via Castelletto Stura, via Savona, via Spinetta (limitatamente al centro abitato di Spinetta), via del Borgo Gesso, via Bodrero, Circonvallazione Nord, via Carle, via Porta di Mondovì, via Valle Maira, via della Battaglia, via del Fontanone, Lungostura Kennedy (tratto tra corso Soleri e discesa Bellavista), corso Marconi (tratto tra Circonvallazione Nord e ingresso parcheggio piazza Boves), corso Francia, corso De Gasperi, via Cascina Colombaro (tratto tra via degli Artigiani e corso Gramsci), via degli Artigiani, corso Gramsci, viadotto Soleri, piazzale della Libertà, largo De Amicis, lungostura XXIV Maggio. Sono esenti dalle limitazioni alcune categorie specifiche: le auto di interesse storico e collezionistico solo per la partecipazione a manifestazioni indette dalle associazioni, i veicoli diretti verso officine e centri autorizzati per effettuare la revisione o la rottamazione, i mezzi delle Forze Armate, degli Organi di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dei Servizi di Soccorso e di Protezione Civile, della Pubblica Amministrazione, di pronto intervento o utilizzate da sanitari/veterinari/operatori assistenziali in visita domiciliare o ambulatoriale, della raccolta rifiuti, quelli adibiti a servizi di trasporto pubblico (purchè dotati di dispositivi per l’abbattimento del particolato), quelli utilizzati per il trasporto di persone portatrici di handicap, sottoposte a terapie o dimesse da Ospedali o case di cura, i mezzi per il trasporto di pasti per il rifornimento di mense o medicinali, i veicoli degli ambulanti (in alcune fasce orarie).
L’ordinanza prevede anche il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa, (stufe e caminetti), vietati anche falò, barbecue all’aperto e fuochi d’artificio. Introdotto anche il limite a 18° (con tolleranza di 2°) per le temperature nelle abitazioni, negli esercizi commerciali, negli edifici pubblici (escluse le strutture sanitarie) e il divieto di spandimento di liquami zootecnici e fertilizzanti.
L’aggiornamento del livello di allerta viene indicato sul sito internet del Comune di Cuneo e su quello dell’Arpa Piemonte. Limitazione alla circolazione entrano in vigore anche nei comuni di Alba, Borgo San Dalmazzo, Bra, Busca, Fossano, Mondovì, Saluzzo e Savigliano, mentre negli altri comuni valgono i divieti generici e non quelli specifici sulla circolazione dei veicoli. 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente