La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 3 luglio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

A 27 cittadini della Granda l’onorificenza dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”

Sabato 18 dicembre la cerimonia di riconoscimento per ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nel volontariato.

La Guida - A 27 cittadini della Granda l’onorificenza dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”

Cuneo – Sabato 18 dicembre alle 11 la Sala San Giovanni in via Roma 4 a Cuneo ospiterà la cerimonia di consegna delle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” conferite a 27 cittadini della Granda dal Presidente della Repubblica con decreto datato 2 giugno 2021. Le Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” rappresentano un riconoscimento per ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia e nel volontariato. Tra gli altri, saranno premiati appartenenti all’Arma dei Carabinieri e alla Guardia di Finanza che, nel corso della pandemia, con tenacia ed abnegazione si sono spesi non solo nell’attività di controllo del rispetto delle misure di prevenzione del contagio e nella repressione di ogni forma d’illegalità, ma soprattutto per l’instancabile azione di prossimità e vicinanza svolte a favore delle popolazioni, in particolare quelle dei piccoli centri e nei confronti delle fasce più deboli. Ecco l’elenco degli insigniti:

Ufficiali: Mariano Allocco (pensionato, funzionario presso la Fiat)

Cavalieri: Andrea Baisi (brigadiere dei Carabinieri in servizio a Borgo San Dalmazzo), Corrado Barale (vicebrigadiere della Guardia di Finanza in servizio a Cuneo), Mauro Barone (conferita alla memoria, ex operaio alla Michelin), Giorgio Bertino (brigadiere dei Carabinieri in servizio a Murazzano), dottor Marco Botto (titolare di una scuola guida), Alessandro Buonocore (appuntato dei Carabinieri in servizio a Vernante), Giorgio Canova (appuntato dei Carabinieri addetto alla Stazione di Mondovì), Pasquale Carbone (maresciallo della Guardia di Finanza presso la Compagnia di Cuneo), Mauro  Castelli (maresciallo dei Carabinieri Forestali in servizio a Dronero), Francesco Cordasco (pensionato, ex operaio all’Alstom Ferroviaria), dottore Riccardo Corino (direttore generale della Banca d’Alba), Giorgio Cravero (pensionato, ex operaio alla Michelin), Antonio Cubadda (appuntato dei Carabinieri in servizio a Cherasco), Alessandro Cubeddu (brigadiere dei Carabinieri in servizio a Busca), Michele De Iaco (maresciallo dei Carabinieri in servizio a Scarnafigi), Franco Flore (appuntato della Guardia di Finanza in servizio presso la Compagnia di Mondovì), Nicolò Forneris (maresciallo della Guardia di Finanza in servizio presso la Compagnia di Cuneo), Luciano Garello (pensionato, ha svolto l’attività di tornitore), Leandro Mandrile (imprenditore agricolo), Domenico Massucco (titolare della ditta “Alfieri Specialità Alimentari”), Pietro Micca (appuntato della Guardia di Finanza in servizio presso la Compagnia di Cuneo), Pier Paolo Murgia (luogotenente dei Carabinieri in servizio a Neive), Giovanni Patiri (maresciallo della Guardia di Finanza in servizio presso la Compagnia di Cuneo), avvocato Diego Poggio (direttore amministrativo Asl Cn1), Marco Rapalino (appuntato della Guardia di Finanza in servizio presso la Compagnia di Cuneo), Enea Sibiriu (vicebrigadiere della Guardia di Finanza in servizio presso il nucleo mobile 117).

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente