La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 26 gennaio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Saldi invernali al via mercoledì 5 gennaio

Ripristinato il divieto di vendite promozionali nei 30 giorni precedenti

La Guida - Saldi invernali al via mercoledì 5 gennaio

Cuneo – Partiranno mercoledì 5 gennaio i saldi invernali, il primo giorno feriale prima dell’Epifania, che quest’anno cade di giovedì e che, con le scuole chiuse anche il venerdì e sabato successivo, allunga le festività natalizie praticamente fino al 9 gennaio. Sarà quindi un week-end lungo di shopping, o almeno queste sono intenzioni e speranze dei commercianti. La conferma della data è arrivata in seguito alla consultazione con le associazioni di categoria e segue gli orientamenti definiti in Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

Diversamente da quanto era successo lo scorso anno, viene ripristinato da una decisione della Giunta regionale il divieto di vendite promozionali nei 30 giorni precedenti l’inizio dei saldi, in conformità ai più recenti orientamenti emersi in sede di coordinamento interregionale.

I saldi dureranno fino al 28 febbraio e, a parte la Sicilia che darà il via già il 1° gennaio, in tutta Italia partiranno lo stesso giorno.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente