La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 9 dicembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Panificatori, vinta la battaglia contro la vendita del pane sfuso “self service”

Una recente sentenza del Consiglio di Stato ha vietato la vendita nella grande distribuzione di prodotti dell'arte bianca con questa modalità

La Guida - Panificatori, vinta la battaglia contro la vendita del pane sfuso “self service”

Cuneo – Successo dei panificatori artigiani contro la pratica sbagliata della vendita del “pane sfuso self service”. Dopo una lunga battaglia portata avanti dai piccoli produttori di pane, una recente sentenza del Consiglio di Stato ha vietato la vendita dei prodotti dell’arte bianca in modalità self-service nella Grande Distribuzione Organizzata.
In Piemonte sono circa 1.300 le attività di panificazione che quotidianamente sfornano tonnellate di prodotto. Molte di queste distribuiscono il loro prodotto anche attraverso le Piattaforme Organizzate.
“Ad appena due anni dalla nostra prima vittoria nella quale entrò in vigore il divieto da parte della Grande Distribuzione di denominare il pane precotto con la dicitura “Pane Fresco”, — commenta Vincenzo Pallonetto, rappresentante provinciale dei Panificatori di Confartigianato Cuneo – con questa nuova sentenza del Consiglio di Stato si sancisce il coronamento positivo di un’altra battaglia combattuta nei confronti di una prassi consueta nella grande distribuzione ritenuta, a ragione, a maggior tutela della salute dei consumatori”.
Con questo nuovo atto, che vale su tutto il territorio nazionale, il massimo Organismo di consulenza giuridico amministrativa sposa pienamente le tesi portata avanti con tenacia da Confartigianato. Il “braccio di ferro” era iniziato nel dicembre del 2020 quando i carabinieri dei Nas di Lecce sequestrarono 23 chilogrammi di pane e imposero la sospensione della vendita in modalità “self service” ad un supermercato, che aveva immediatamente presentato ricorso contro il provvedimento. Ricorso che il Consiglio di Stato nelle scorse settimane ha giudicato inammissibile con diverse motivazioni, tra le quali quella che evidenzia come la modalità di vendita self-service di pane sfuso risulti del tutto inidonea a garantire le più elementari esigenze di sicurezza alimentare. Inoltre, la sentenza afferma che il pane sfuso ottenuto da completamento di cottura del pane precotto deve essere confezionato prima della messa in vendita e non può essere confezionato dal cliente.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente