La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 9 dicembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Centro vaccinale Movicentro, il sindaco: “Razionalizzare le energie può essere una soluzione logica”

Il sindaco Federico Borgna e l'assessore Davide Dalmasso intervengono in merito alla chiusura del centro vaccinale deciso dall'Asl: "Abbiamo sempre collaborato in modo proficuo con l'Asl e continueremo in questa direzione. Grazie a tutti quelli che ci hanno dato una mano”

La Guida - Centro vaccinale Movicentro, il sindaco: “Razionalizzare le energie può essere una soluzione logica”

Cuneo – Sabato scorso, 20 novembre, dopo 8 mesi, è terminata l’attività del “Punto di vaccinazione territoriale Covid-19” di Cuneo, situato al Movicentro. Il centro vaccinale del Movicentro era stato aperto il 20 marzo 2021, inizialmente con operatività prevista fino al 31 ottobre 2021. A fine ottobre era poi stato stabilito di proseguire la campagna vaccinale nella tendostruttura del Movicentro prorogando la convezione tra Comune e ASL Cn1 fino al 20 novembre (prorogabile ancora automaticamente fino al 10 dicembre).

“L’asl Cn1 – sottolineano dal Comune – ha ora deciso di concentrare l’utenza verso il centro vaccinale della Bertello, a Borgo San Dalmazzo, in modo da razionalizzare spazi ed energie”.

“Abbiamo sempre collaborato in modo molto proficuo con ASL Cn1 in tutti questi mesi – dichiarano il Sindaco Federico Borgna e l’Assessore alla Protezione Civile Davide Dalmasso – e continueremo in questa direzione. Certo per i cuneesi sarà leggermente più scomodo doversi recare a Borgo, ma crediamo che razionalizzare le energie dopo tutti questi mesi sfiancanti possa essere una soluzione logica. Gli sforzi fatti ci hanno premiato e le recenti classifiche che vedono la città di Cuneo come la più vaccinata del Piemonte ci fanno dire che il lavoro è stato egregio”.

“A tal proposito – proseguono – ci preme ringraziare tutti quelli che ci hanno dato una mano, a partire da gruppi e associazioni come il gruppo comunale dei volontari di Protezione Civile, l’Associazione Volontari Ospedalieri Onlus, la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori), l’A.N.F.I. (Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia), l’Associazione Nazionale Alpini, la delegazione provinciale dell’Associazione Fuoristradistica Piemontese e i volontari di Angeli in Moto. In totale oltre 160 persone che hanno offerto il loro tempo per il bene della comunità. Un ringraziamento va anche agli sponsor e a tutto il personale sanitario, che ha contribuito in maniera determinante  al successo della campagna vaccinale a Cuneo. La speranza adesso è di uscire il prima possibile da questa situazione, per poter ritornare a una vita normale, come prima della pandemia”.

Categorie
Temi

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente