La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Oggi l’addio ad Adriana Marchetti, prima donna ingegnere cuneese

Si è spenta al Carle, aveva 87 anni; si dedicò a lungo all'insegnamento e alla libera professione. Lascia il figlio Giovanni Milano, medico chirurgo cuneese. Alle 14.30 in Duomo l'ultimo saluto

La Guida - Oggi l’addio ad Adriana Marchetti, prima donna ingegnere cuneese

Cuneo – Nella notte tra mercoledì 17 e giovedì 18 novembre all’ospedale Carle è deceduta, a 87 anni di età, Adriana Marchetti vedova Milano, ex insegnante e libera professionista, la prima ingegnere donna in provincia di Cuneo e tra le prime in tutto il Paese. Originaria di Cuneo, si laureò a Genova e negli anni Settanta iniziò la sua attività nell’insegnamento (prima al Baruffi di Mondovì e poi a Cuneo, ai Geometri), a cui affiancò la libera professione di ingegnere, fin dopo la pensione. Si occupò di interventi significativi (tra cui Casa Famiglia a Cuneo, l’ospedale civile di Caraglio, il collettore fognario del capoluogo) oltre a prestare la propria consulenza anche fuori provincia.
Appassionata di cultura e di studi, negli anni Novanta si laureò in Teologia. Non fece mancare il proprio contributo al mondo del volontariato, nel Cif (Cento italiano femminile) e nelle Consulte Donne provinciale e regionale.
Vedova dal 2003 di Sergio Milano (già direttore a Torino dell’unità di ingegneria in Enel), lascia il figlio Giovanni, medico chirurgo di Cuneo. I funerali vengono celebrati oggi (venerdì 19 novembre) alle 14.30 in Duomo.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente