La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 26 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Nasce “S.P.I.A.”, l’app che aiuta ad evitare incidenti con gli ungulati

Realizzata dalla Provincia una mappa che individua i tratti stradali più a rischio

La Guida - Nasce “S.P.I.A.”, l’app che aiuta ad evitare incidenti con gli ungulati

Cuneo – Dove attraversano gli animali selvatici? Come fare ad evitarli mentre stiamo viaggiando sulle strade della Granda? Come difenderci dal rischio collissione? Ora esiste una mappa che aiuta ad individuare i tratti stradali a più alto rischio di incidente con ungulati. Da lunedì 8 novembre la Provincia di Cuneo ha messo a disposizione di tutti la nuova versione dell’app denominata S.P.I.A. (mantenere i puntini ndr) per Android ed iOS, gratuitamente scaricabile dagli stores di Google Play ed Apple, che indica i tratti stradali a maggiore rischio di collisione con gli ungulati (caprioli, cervi e cinghiali) sulla rete stradale provinciale.
L’iniziativa, che nasce dalla collaborazione tra le Università degli Studi del Piemonte Orientale e di Torino e la Provincia di Cuneo (Ufficio Polizia Locale Faunistico Ambientale), è stata creata nel corso degli anni partendo dall’analisi dei dati degli incidenti registrati in provincia di Cuneo tra il 1998 e il 2011, con una verifica sul campo. Da qui si è arrivati ad un modello matematico che, mettendo in relazione gli incidenti localizzabili con i fattori legati al traffico, alle densità di animali e all’uso del suolo, nonché al periodo temporale, ha permesso di generare la mappa dei tratti stradali più pericolosi. E’ stato quindi sviluppato un applicativo per dispositivi Android, chiamato Spia (Segnalazione Pericolo Investimento Animali), capace di notificare con un avviso sonoro l’approssimarsi di tratti stradali ad alto rischio di collisione. I dati utilizzati nella prima versione del modello di analisi sono poi stati implementati nel corso del 2020-21, sempre in collaborazione con l’Università degli Studi del Piemonte Orientale, tenendo conto dei punti con incidenti registrati tra agosto 2012 e luglio 2020, aggiornando i dati. Al momento sono censiti ed utilizzati 82 tratti di circa 3-5 km e 126 punti considerati ad alta pericolosità di incidente con ungulati.
L’app Spia fornisce solo uno strumento di aiuto per segnalare i tratti pericolosi censiti, ma la fauna selvatica può attraversare in ogni momento ed in ogni luogo le strade della provincia di Cuneo. L’ente ha adottato tutte le misure necessarie affinché l’app contenga informazioni accurate ed aggiornate, ma ovviamente non è possibile garantire che le funzioni offerte siano disponibili senza interruzione o senza errori. Di conseguenza la Provincia non potrà essere ritenuta responsabile di qualsiasi incidente per avvisi inviati o non inviati dall’app Spia.
Come funziona? Una volta installata, è necessario attivarla e lasciarla in background. L’app Spia notifica, con un avviso sonoro attivato tramite la rilevazione approssimativa della posizione del cellulare, la presenza di tratti stradali ad alto rischio di collisione. Nel caso di collisione diretta con un ungulato o con un altro animale selvatico, Spia permette di segnalare il punto approssimativo dove è avvenuto l’incidente mediante un apposito pulsante “Segnala incidente”. Con l’app è infatti possibile segnalare, tramite posta elettronica, le coordinate geografiche approssimative del punto in cui si è verificato l’incidente, identificando automaticamente la tipologia di animale coinvolto (cinghiale, capriolo, cervo, altro). Le segnalazioni di incidenti trasmesse tramite l’app saranno validate ed eventualmente utilizzate nei futuri aggiornamenti. Ulteriori informazioni potranno essere richieste direttamente alla Provincia di Cuneo – Ufficio Polizia Locale Faunistico Ambientale tramite posta elettronica a ufficio.vigilanza@provincia.cuneo.it.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente