La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 21 maggio 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Le carte per raccontare con un nuovo sguardo la natura

La pittura di Gemma Asteggiano tra astrazione e figurazione in mostra con gli amici di Magau a Cuneo al Collegio dei Geometri

La Guida - Le carte per raccontare con un nuovo sguardo la natura

Gemma Asteggiano si è diplomata al Liceo Artistico Statale di Torino. Si è dedicata alla ricerca pittorica, privilegiando come mezzo espressivo l’acquerello, grazie al consiglio del suo amico Beppe Rosso, poeta, studioso e appassionato di storia e arte. Come ha scritto, Angelo Mistrangelo, l’artista “ha approfondito la propria tecnica attraverso lo studio dell’inglese Turner e della scuola russa, mentre ha avvertito il clima dell’espressionista Nolde. La sua vicenda artistica è contraddistinta da una continua ri- cerca espressiva, da una personale visione della natura e da un tocco di colore freschissimo”. Nel 2005 incontra il maestro Antonio Carena e frequenta per alcuni anni il suo studio e intanto si indirizza gradualmente verso nuove tecniche espressive rispondenti ad un nuovo sguardo, ad un’attenzione meno mediata per quegli scenari naturali da tempo cercati Nelle sue diverse opere si accolgono simboli significativi privati di ogni superfluo residuo del visibile. Inoltre usa diversi materiali pittorici e plastici, come la cellulosa, riciclati per sottolineare il suo profondo rispetto verso la natura.
“Le sue carte – scrive Ida Isoardi – accolgono segni sempre più ridotti all’essenza, privati di ogni superfluo residuo del visibile, carte amate, accarezzate, rese da semplici supporti a protagoniste d’immagine. Tali si offrono ai nostri occhi gli ulti- mi lavori di Gemma Asteg- giano, artista che da tempo ha saputo restituire una freschezza di linguaggio davvero insolita al sempre meno credibile concetto di sperimentazione. I diversi materiali, pittorici e plastici, che Gemma reperisce, reinventa e ricicla armoniosamente sono un forte segnale del suo scavare e ricomporre, del suo atteggiamento di profondo rispetto per la natura e di acuta osservazione del mondo”.
Ha ricevuto vari premi e riconoscimenti, come il Premio Seetal 2007 del Kunst Forum International di Zurigo, il Premio Canepa nel 2008 della Società Promotrice delle Belle Arti di Torino, il Premio Città di Monreale e nel 2002 il XXIV premio “Matteo Olivero”  di pittura a Saluzzo. Le sue opere sono state pubblicate in numerosi cataloghi e riviste d’arte e a partire dal 1990, ha partecipato a molte attività espositive in Italia e all’estero (Aix-en-Province).
“Il lavoro artistico di Gemma Asteggiano poggia – dice Massimo Centini – soprattutto sulla sperimen- tazione, instancabile, co stante. Il suo è un lavoro di grande interesse che lascia spazio all’immaginazione di chi osserva: forse il risultato più avvincente per chi cerca di “parlare” attraverso il linguaggio dell’arte“.
“Coll’uso della cellulosa – chiude Riccardo Cavallo – come circostanziata negazione di spazi lisci e line- ari, è il colore a interrogare le possibilità della figura. Di nuovo, ed è questa la novità che interessa, pare di cogliere qui come il dipingere si svolga sull’orlo di una sparizione, quella del soggetto, in quanto agente ed in quanto tema… immagine senza descrizione, traccia vitale e non rappresentazione”.

Ha aderito a iniziative artistiche locali, promosse in particolare dall’Associazione Culturale Magau di Cuneo ed è proprio nell’ultima mostra di Magau che è possibile vedere delle oepre di Asteggiano. Si chiama “Una storia a colori” mostra collettiva dell’Associazione Artistico Culturale Magau di Cuneo presso la Sala esposizioni della Fondazione del Collegio dei Geometri della Provincia di Cuneo in via San Giovanni Bosco, 7h visitabile fino al 28 novembre In mostra opere di Valeria Arpino, Gemma Asteggiano, Cristina Bollano, Cesare Botto, Cornelio Cerato, Mario Conte, Marina Falco, Giulio Fantone, Cristiano Fuccelli, Adriana Giorgis, Paola Meineri Gazzola, Corrado Odifreddi, Massimo Ovidi, Maurizio Ovidi, Paolo Peano, Claudio Signanini, Carla Siccardi, Luigi Sostegni, a testimonianza del lavoro svolto negli anni dagli artisti appartenenti all’Associazione Artistico Culturale Magau di Cuneo fondata nel 2003. Venerdì e sabato 15,30/19, domenica 10/12,30 e 15,30/19.

 

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente