La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 13 agosto 2022

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Arresto e denuncia, multa e chiusura dopo una rissa a Cuneo

Il fatto si è verificato nella notte tra il 30 e il 31 ottobre in corso Nizza verso piazza della Costituzione. Il Questore: "Fatti del genere non saranno più tollerati e non rimarranno impuniti"

La Guida - Arresto e denuncia, multa e chiusura dopo una rissa a Cuneo

Cuneo – Un arrestato e un denunciato con due “Daspo Willy”, un poliziotto e un altro soggetto feriti, un locale chiuso per 15 giorni e una multa a quattro cifre per il titolare: è questo l’esito di una rissa, scoppiata nella notte tra sabato 30 e domenica 31 ottobre, all’Istanbul Kebap di corso Nizza 92, poco lontano da piazza della Costituzione.
Nella ricostruzione dei fatti, intorno all’una di notte è scattata la segnalazione di schiamazzi; una volante della Polizia è intervenuta seguita poi da altre due, gli agenti hanno cercato di dividere alcune persone che si stavano picchiando, dopo il lancio di una bottiglia. Un uomo è finito in ospedale con sei giorni di prognosi, un agente ha riportato ferite giudicate guaribili in cinque giorni; gli altri due coinvolti sono stati uno arrestato per minacce a pubblico ufficiale, lesioni aggravate e danneggiamento aggravato (ha preso a calci la volante), l’altro denunciato.
Per entrambi, poi, il Questore di Cuneo Nicola Parisi (al centro nella foto) ha emesso il “Daspo Willy”: per diciotto mesi non potranno avere accesso né stazionare nelle vie nei dintorni del locale in cui è avvenuta la rissa, altrimenti rischiano da sei mesi a due anni di carcere e una multa da 8.000 a 20.000 euro. Il responsabile provinciale di pubblica sicurezza ha anche annunciato una linea dura sulla sicurezza urbana: “Simili fatti non rimarranno più impuniti – ha sottolineato il Questore -, d’ora in poi non tollererò più episodi del genere e le misure saranno rigorose, perché non si può affermare un senso di impunità tra le persone che si rendono responsabili di tali comportamenti”.
I provvedimenti, comunque, non si sono limitati ad arresto, denuncia e Daspo: per il locale è stata disposta la chiusura per quindici giorni, in base all’articolo 100 del testo unico di pubblica sicurezza, con notifica nei giorni successivi all’accadito. Inoltre nel corso dell’intervento, durato alcune ore, i poliziotti hanno anche riscontrato la vendita di alcolici oltre l’ora consentita: per questo è scattata una multa di 6.660 euro (un terzo del massimo, 20.000 euro, se si paga entro 60 giorni).

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente