La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 3 dicembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Abbruciamenti, in Valle Grana si può fino al 1 novembre

La Regione Piemonte ha chiarito che tutti i Comuni, tranne Caraglio, Cervasca e Bernezzo, possono accendere fuochi controllati per smaltire materiale vegetale e forestale

La Guida - Abbruciamenti, in Valle Grana si può fino al 1 novembre

Valle Grana – Nei Comuni di Castelmagno, Pradleves, Monterosso Grana, Montemale di Cuneo e Valgrana è possibile effettuare abbruciamenti fino a lunedì 1 novembre. Perciò si può procedere con l’accensione di fuochi controllati per smaltire materiale vegetale proveniente dalle colture.

Lo ha chiarito la Regione Piemonte dopo che l’Unione Montana Valle Grana aveva sollevato la questione sulla possibilità dei sindaci di derogare al divieto che era entrato in vigore il 15 settembre, cioè un mese e mezzo prima rispetto all’anno precedente. Un problema molto sentito in queste settimane di raccolta di castagne e di conclusione dei lavori dei campi.

Perciò, da quanto comunica l’Unione Montana Valle GRana, è risultato che il divieto di abbruciamento dal 15 settembre non si applica nei comuni di Castelmagno, Pradleves, Monterosso Grana, Montemale di Cuneo e Valgrana; per questi si applica la normativa che prevede il divieto dal 1 novembre al 31 marzo.

Discorso diverso riguarda i Comuni di Caraglio, Bernezzo e Cervasca dove permane il divieto di accensione fuochi in ambito agricolo e forestale dal 15 settembre sino al 15 aprile.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente