La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 28 novembre 2021

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Mancano gli autotrasportatori: a rischio l’operatività del comparto

Oltre il 40% delle offerte di lavoro del settore rimane inevasa: urgono provvedimenti governati adeguati

La Guida - Mancano gli autotrasportatori: a rischio l’operatività del comparto

Autotrasporto

Cuneo – Mancano gli autotrasportatori: il fenomeno è allarmante e, se non si adottano rapidamente adeguati provvedimenti, si corre il rischio di un blocco della logistica e delle attività economiche, con mancato approvvigionamento di materiali e beni.
A lanciare l’allarme è la Confartigianato Trasporti e, a livello locale, la Confartigianato Imprese Cuneo, che accendono i riflettori su un settore nel quale l’offerta di lavoro sta salendo con il ritorno delle vendite al dettaglio ai livelli pre Covid e la crescita della domanda di servizi di spedizione conseguente il boom dell’e-commerce. Ma oltre 40%  delle offerte di lavoro rimane inevaso, con un costante innalzamento dell’età media dei lavoratori del settore: la quota di dipendenti over 50 delle imprese di autotrasporto in cinque anni è, infatti, passata dal 24,9% al 33,3%.
Tante le motivazioni cui il fenomeno è imputabile: dal costo del lavoro che in Italia è decisamente più elevato rispetto ad altre nazioni europee alla scarsa considerazione di cui gode la professione, peraltro strategica ed essenziale per l’economia, nell’immaginario collettivo.
Di qui la richiesta di adozione di adeguati provvedimenti governativi che vadano in una duplice direzione: da un lato, la previsione di incentivi pubblici per il conseguimento dei costosi titoli abilitativi alla guida e sgravi fiscali per le aziende sulle assunzioni di nuovi conducenti; dall’altro la creazione delle premesse culturali e normative per valorizzare il ruolo dell’autotrasportatore, rendendo più attrattiva la professione per giovani, disoccupati ed inoccupati, svincolandola anche dall’accezione di impiego esclusivamente maschile.

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente